gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Ospedali piccoli e grandi: dove è più sicuro partorire?

Le strutture di piccole dimensioni sono meno sicure. E’ quanto emerge dall’indagine di una Commissione Parlamentare

Non tutti gli ospedali sono sicuri per partorire.
E’ quanto emerge dall’ultima indagine condotta dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari che ha esaminato le strutture sanitarie italiane in rapporto alla sicurezza neonatale.


LEGGI LA FOTOSTORIA: 12 COSE SUL PARTO CHE NESSUNO TI DICE


Le strutture minori rappresentano il 72,4% dell’intera offerta nazionale, il 21,5% sono medio grandi e il 5,2% sono molto grandi. Le strutture più piccole sono ubicate soprattutto in Campania, Sicilia e Trentino, effettuano, in media, solo 56 parti al mese e nella maggior parte dei casi manca una terapia intensiva neonatale e una struttura dedicata a neonatologia e pediatria.

Non solo, queste piccole strutture spesso non sono in grado di garantire una doppia guardia di medici e ostetrici e non offrono l’opportunità di un trasporto in culla o prenatale in caso di emergenza.

E cosa  dire delle cliniche private? Indubbi i vantaggi in termini di privacy, ma il rischio di dover partorire con un taglio cesareo (LEGGI) è molto più alto che negli ospedali. Nelle cliniche private il tasso di parti cesarei è del 50,5% contro il 36,9% degli ospedali pubblici.


LEGGI ANCHE: PARTORIRE CON L'EPIDURALE, UN MIRAGGIO PER LA MAGGIOR PARTE DELLE ITALIANE


Infine un occhio all’offerta dell’anestesia epidurale (LEGGI). Solo il 15,3% dei parti avviene con l’epidurale nonostante questo servizio sia formalmente disponibile nel 25,6% dei punti nascita piccoli e nel 77,8% dei punti nascita più grandi alla resa dei conti il parto senza dolore viene realmente offerto solo dal 9,7% delle strutture minori e dal 34,6% di quelle grandi.

La nascita è un momento delicato che può trasformarsi in un dramma”, spiega Leoluca Orlando,  presidente della Commissione e proprio per questo è importante scegliere la struttura più sicura anche a costo di dover andare a partorire a qualche chilometro di distanza da casa.


gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0