gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Neonati prematuri, storie di piccoli grandi lottatori

In occasione della Giornata Internazionale dei neonati pretermine, ecco le storie di alcuni bambini che hanno lottato sin dalla nascita per superare le complicazioni ed i problemi di salute

In occasione della Giornata Internazionale dei neonati pretermine, che ricorre sabato 17 novembre, ecco alcune storie di bambini nati prima del tempo, che hanno lottato per sopravvivere. Il numero dei bambini prematuri è in continuo aumento. Secondo Giovanna Astorino, mamma di un bimbo prematuro e fondatrice dell'Associazione Genitin, che aiuta le famiglie di questi bambini, "si diventa mamme sempre più tardi, ma con l'età aumentano i rischi legati alla gestazione".



LEGGI ANCHE: Un neonato su 10 nasce prematuro



I bambini prematuri pesano meno di 2 chili e mezzo e vanno incontro a molte complicazionni. Purtroppo non tutti ce la fanno. Ma ci sono bambini che, nonostante siano molto piccoli, dimostrano da subito di essere dei grandi lottatori. E sono proprio queste le storie che sono state raccolte dalla rivista Vanity Fair in occasione della giornata istituita per sensibilizzare tutti sul tema delle nascite pretermine.

Francesca è nata al quinto mese di gravidanza a causa di una gestosi della mamma. Pesava appena 740 grammi ed è rimasta nell'incubatrice per 100 giorni. Adesso ha 5 anni ed è una bambina sana.







Antoine alla nascita pesava 800 grammi ed era lungo 30 centimetri. E' rimasto in ospedale 5 mesi ed ha subito vari interventi. Purtroppo ha perso l'uso della vista, ma adesso ha 13 anni e, come raccontano i genitori, "ama la musica, suona diversi strumenti, legge tanti libri in braille ed è felice". Il rientro a casa non è stato facile, perché il piccolo, che fino a quel momento era sempre stato intubato e non sapeva cosa fosse la suzione. Ma piano piano, con l'aiuto delle persone giuste, Antoine ed i suoi genitori hanno affrontato ogni problema.



LEGGI ANCHE: Rischio di parto prematuro, da cosa dipende?



Sofia quando è nata pesava un chilo e 200 grammi. Nell'incubatrice è stata avvolta con un asciugamano, per farla sentire al caldo ed al sicuro come nell'utero materno. E' rimasta in ospedale 50 giorni ed anche lei, tornata a casa, aveva difficoltà a mangiare. Ora ha 2 anni e mezzo e l'unico problema che le è rimasto è che non riesce a poggiare i piedi per terra, ma cammina in punta di piedi. PEr questo fa fisioterapia 2 volte alla settimana e secondo i medici supererà anche questo problema.
gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0