gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Le italiane preferiscono il parto naturale

I risultati di un sondaggio mostrano che 8 donne su 10 preferiscono il parto naturale. E allora come mai il 40% delle nascite avviene con un cesareo?

L’Italia detiene uno dei primati europei in quanto a incidenza di parto cesareo. Quasi il 40% delle nascite nel nostro Paese avviene con un cesareo a fronte del 20% indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come tetto massimo. Eppure, leggendo i risultati di un sondaggio condotto da O.N.Da, IO Donna e OMS, su mille donne tra i 20 e i 40 anni otto donne su dieci preferiscono partorire in modo naturale.

Le ragioni per le quali le donne propendono per il parto naturale (LEGGI) sono immaginabili: per motivi di carattere emotivo-affettivo (per non perdere le prime ore di vita del bambino, per avere il proprio compagno in sala parto e per poter allattare con facilità)  e per ragioni di carattere tecnico (ospedalizzazione più breve, recupero fisico più veloce, meno dolore post operatorio, gravidanze future illimitate e assenza di cicatrici).


LEGGI ANCHE: Parto naturale, un'ossessione rischiosa


Ma anche le ragioni per le quali le donne scelgono un parto cesareo (LEGGI) sono facilmente intuibili: il 53% ha paura del dolore, il 39% teme che il bambino soffra, il 36% si sente più sicura, ma anche per poter scegliere la data del parto, e per poter tornare più rapidamente a una normale vita sessuale.

A presentare i risultati del sondaggio è stata, tra gli altri, Francesca Merzagora, presidente di O.N.Da che spiega: “
 In questo senso la recente decisione del ministro Fazio di razionalizzare e ridurre progressivamente i punti nascita con numero di parti inferiore a 1000, con le previste eccezioni territoriali, va certamente in questa direzione.
L’obiettivo infatti è di migliorare la qualità e l’efficienza nei servizi per la mamma e il bambino, abbinando l’attività delle unità operative di ostetricia e ginecologia con quelle di neonatologia e pediatria
”.


LEGGI ANCHE: 12 COSE SUL PARTO CHE NESSUNO DICE MAI


Ma perché la maggioranza delle donne dichiara di preferire il parto naturale (LEGGI) perchè negli ospedali accade tutt’altro?

Mario Merialdi, Coordinatore dell’Unità di Salute Materna e Perinatale e del Dipartimento di Salute e Ricerca Riproduttiva dell’OMS risponde che “l’apparente contraddizione fra l’alta percentuale di coloro che preferiscono in principio un parto naturale al cesareo e l’alto tasso di cesarei registrato nel nostro paese si può spiegare considerando vari fattori che influiscono sulla decisione finale. Tra questi il desiderio di evitare il dolore da parto. I risultati del sondaggio confermano che interventi già proposti in passato, come il garantire l’accesso all’epidurale a tutte le donne, potrebbero contribuire a limitare il numero dei cesarei non giustificati da ragioni mediche”.


gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0