gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

L'epidurale, pro e contro

L'epidurale è un'anestesia che aiuta a superare il dolore del parto. Ma quali sono i pro e i contro di quest'iniezione?

EPIDURALE - L’epidurale è un aiuto per superare il dolore del parto o un rischio che è meglio evitare? Pur essendo diventata da un paio d’anni una prestazione rimborsata dal servizio sanitario, l’epidurale ancora non ha l’approvazione di tutti gli ospedali, che in qualche caso non sembrano nemmeno somministrarla a chi ne fa richiesta, ma nemmeno delle partorienti. L’opinione generale si divide quando l’argomento è l’utilità dell’epidurale: c’è chi la richiede tassativamente e chi la rifiuterebbe volentieri. Quali sono i pro e i contro dell’epidurale?

Molte donne hanno paura del dolore del parto e desiderano richiedere l’epidurale sperando che le aiuti a rendere tutto più semplice. Si tratta un progresso sanitario, a cui l’Italia si è adeguata per equipararsi al livello europeo. Il sollievo dato dall’anestesia aiuta in una fase pesante del travaglio che non tutte le future mamme si sentono di affrontare.

Travaglio in anestesia epidurale, pro e contro

Sono infatti molte le donne che, dopo aver provato il parto naturale, scelgono i vantaggi dell’epidurale in occasione del secondo parto.

  • L’epidurale allevia il dolore delle contrazioni che non tutte le donne riescono a sopportare.
  • L’intervallo in cui ha effetto l’anestesia permette alla donna di riprendere fiato ed energie, preparandosi alla difficile fase dell’espulsione.
  • Le spinte finali sotto l’effetto dell’epidurale vengono percepite in modo meno forte.

Parto: le cose da sapere

gpt native-middle-foglia-parto

Sul fronte opposto, chi è contrario all’epidurale basa la sua opinione su alcuni fattori legati alla dinamica del travaglio e del parto sotto l’effetto dell’epidurale. Ci sono infatti molti aspetti da prendere in considerazione con cura prima di fare questa scelta, che non sempre vengono spiegati dall’ospedale.

  • L’epidurale viene somministrata a travaglio avanzato, quando inizia la fase della dilatazione. Questo significa che la donna sentirà il dolore delle prime ore di travaglio. Per poter somministrare il farmaco, le contrazioni devono arrivare a essere regolari, a intervalli di 5 minuti l’una dall’altra.
  • Con l’epidurale la donna deve restare sdraiata. Dopo l’inserimento del catetere per la somministrazione del farmaco non viene più concesso alla partoriente di muoversi provando le posizioni consigliate durante il corso pre-parto per alleviare il fastidio che si può sentire lungo la schiena o nelle gambe.
  • I rischi sono bassi ma esistono. L’iniezione viene praticata da medici specializzati, ma il rischio di complicazioni esiste pur essendo basso. Potrebbe verificarsi un ematoma nel caso in cui l’ago dovesse arrivare a danneggiare il canale vertebrale, situazione estrema che sarebbe la causa della paralisi degli arti inferiori. Dopo l’esecuzione può capitare di sentire piccole scosse lungo la schiena o nelle gambe.

Oltre alla propria opinione personale, bisogna considerare che nonostante l’epidurale sia un servizio rimborsato dal servizio sanitario nazionale si leggono casi in cui qualche ospedale non l’abbia somministrata a chi ne aveva fatto richiesta. Spesso l’epidurale non viene proposta in prima battuta alla partoriente perché si consiglia un parto interamente naturale, suggerendo di imparare a controllare il dolore con esercizi di respirazione e concentrazione.
 
L’epidurale non è garantita in tutte le strutture, e in alcune strutture non è gratuita, pertanto è bene informarsi in anticipo, sottoponendosi agli esami di preparazione e partecipando all’incontro di anamnesi in cui viene spiegato come e quando viene somministrata l’epidurale

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0