gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Il parto, un'esperienza unica

Il parto è "l'evento per eccellenza" della vita biologica di una donna, è il momento che comunica al mondo e a noi stesse la nostra unicità.

Cominciamo a pensarci quando siamo ancora delle bambine, ci affascina, ci spaventa e soprattutto ci rappresenta.

Il parto è "l'evento per eccellenza" della vita biologica di una donna, è il momento che comunica al mondo e a noi stesse la nostra unicità.

Questa esperienza, con le sue gioie e le non trascurabili sofferenze, è profonda, totalizzante e diversa per ogni donna e per ogni gravidanza.


LEGGI ANCHE: Parto cesareo a richiesta: è possibile farlo?


Nonostante ciò, ci sono degli elementi che accomunano tutte le future mamme. Tra questi, c'è sicuramente la paura, o meglio il timore di provare molto dolore (LEGGI). Il parto naturale è innegabilmente uno sforzo fisico considerevole.

Dalla rottura delle acque (LEGGI) alla venuta al mondo del nostro bambino possono passare anche molte ore, specialmente se come si dice in gergo, siamo delle primipare cioè al nostro primo figlio.

Benchè non esista una ricetta della felicità, prepararsi al momento serenamente e con tranquillità, è il training più efficace che possiamo assicurarci. La condizione psicologica gioca un ruolo molto importante e, più positive saremo, meno sentiremo il peso della grande impresa che stiamo per compiere.

Un futuro papà capace di essere un compagno forte e amorevole ci avvantaggerà. Coinvolgerlo in questo momento così privato tra noi e il nostro corpo è molto importante, dividere le emozioni con lui renderà tutto più speciale.


LEGGI ANCHE: tutto quello che non vi hanno mai detto sul parto cesareo


Il travaglio

Ci siamo, comincia e non resta che augurarsi che sia tranquillo e breve!

La durata del travaglio è una variabile difficile da calcolare, in media va dalle 12 alle 14 ore per chi partorisce per la prima volta, sennò non supera le 7. Fortunatamente, ci sono anche casi particolarmente felici in cui questa fase si riduce ancora.

Le contrazioni, che caratterizzano il travaglio, sono movimenti dell'utero che provocano un dolore simile a quello mestruale. Più si faranno sentire, minore sarà la durata di questa fase.

Quando cominceremo a dilatarci vorrà dire che il nostro corpo sta preparando il percorso per nostro figlio. Pensare che tutto quello che stiamo affrontando ci permetterà di abbracciarlo ci sarà di grande aiuto.

gpt native-middle-foglia-parto


Insieme a quella del nostro compagno, anche quella dell'ostetrica sarà una presenza molto importante. Oltre a controllare dal punto di vista medico l'avanzamento del travaglio, sarà un supporto morale molto utile.Ci suggerirà posizioni che facilitano l'avvio della fase espulsiva e che migliorano la respirazione (LEGGI) .

Gran parte del lavoro resta a noi, una soglia del dolore non troppo bassa e una buona predisposizione a sopportare si riveleranno armi preziose.


LEGGI ANCHE: Parto naturale, un'ossessione rischiosa


Parto Gemellare


Con i gemelli raddoppia tutto, dai biberon alle ansie del parto.

Naturale o cesareo (LEGGI)? Cosa cambia per quanto riguarda temi e modalità? Quale è la soluzione migliore per loro?

Per il parto gemellare le statistiche dicono che si prediliga il cesareo. Nonostante questo, non è escluso a priori che nascano naturalmente.

Ad incidere su questa decisione sono i rischi che potrebbero correre i piccoli e la mamma.

La conformazione fisica della donna, la posizione in cui sono disposti e soprattutto le loro dimensioni influenzano la scelta del ginecologo che è sicuramente l'unico che può consigliarci nel modo più sicuro.

Qualunque siano le modalità che vi verranno consigliate, cercate di stare tranquille, placate ansie e paure con l'immagine dei vostri figli che a breve avrete tra le braccia.


LEGGI ANCHE: 12 COSE SUL PARTO CHE NESSUNO DICE MAI



Parto Cesareo

Il parto cesareo (LEGGI) viene preferito a quello naturale quando si presentano rischi per la salute del bambino o della mamma.

Le condizioni che determinano questa scelta sono diverse e possono essere individuate già in gravidanza o direttamente in sala parto.

In ogni caso la decisione del ginecologo consentirà di preservare sia la vostra salute che quella del bambino. Il rapporto di fiducia che costruirete con lui durante la gravidanza vi permetterà di accettare serenamente la soluzione che riterrà più idonea per voi.

I motivi principali per cui viene effettuato il cesareo sono:

  • la posizione del feto

  • la conformazione fisica della donna

  • la condizione di salute generale della partoriente e del bebé

  • l'evoluzione della fase di travaglio.


Parto in acqua

Inizialmente era ritenuta una pratica anticonvenzionale, scelta da quanti volevano diversificarsi anche al momento del parto.

Attualmente il parto in acqua è abbastanza diffuso in tutta Europa.

In Italia, specialmente al nord, sono numerose le strutture pubbliche e private che offrono l'opportunità di far nascere direttamente in acqua il nostro bebè.

Sembra sia una pratica molto delicata in quanto l'acqua calda favorisce il rilassamento dei muscoli, il miglioramento della respirazione e l'alleggerimento del corpo.
Anche per il bambino il passaggio alla vita esterna sembra essere meno traumatico se avviene con le dolci carezze dell'acqua. Il ginecologo potrà consigliare e orientare la scelta per la modalità e la struttura migliore.
gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0