NAVIGA IL SITO

Le contrazioni: ecco come funzionano

Le contrazioni sono l'attività dell'utero che porta alla nascita del bambino. Ogni donna le vive e le racconta in modo diverso. Noi vi illustriamo come funzionano

Come farsi venire le contrazioni: tutti i metodi

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: Come farsi venire le contrazioni: tutti i metodi

    Fare un bagno caldo
    Emanuela _Cerri 15 marzo 2013
    di Akira

    Le contrazioni irregolari dette di “Braxton Hicks” spesso vengono confuse con le contrazioni del travaglio vero e proprio. In realtà le prime sono preparatorie e  alcune donne addirittura non le percepiscono. Nella maggior parte dei casi iniziano a presentarsi durante il terzo trimestre di gravidanza (LEGGI), sono leggermente dolorose, ma soprattutto irregolari.

    Quando invece le contrazioni divengono regolari l’utero inizia a contrarsi ritmicamente; la contrazione inizia debole, raggiunge il picco di intensità - ed è quello il momento più doloroso - e poi decresce fino a terminare completamente. È come l’onda del mare, si percepisce come un pieno di energia che man mano decresce di vigore.


    LEGGI ANCHE: Contrazioni: come si presentano e come riconoscerle


    Spesso le contrazioni preparatorie durano dei giorni, delle volte addirittura non si presentano per un giorno intero. Comunque sia il momento del parto si sta avvicinando e non resta che provare a riposarsi il più possibile per fare il pieno di 'forze' necessario ad affrontare i momenti clu che porteranno alla nascita.

    Per essere certe che è giunto il momento di andare in ospedale (LEGGI) è necessario controllare il ritmo e la frequenza delle contrazioni. Come si è detto, le contrazioni “vere” si presentano a cadenza regolare e hanno un’intensità che si allunga nel tempo. Se hanno una durata di almeno quaranta secondi ogni cinque minuti e sono più intense e dolorose di quelle avute in precedenza,  il momento è arrivato. Potete prendere la valigia e raggiungere l’ospedale (LEGGI).

    Di solito le contrazioni che si presentano ogni cinque-dieci minuti e durano dai venti ai quaranta secondi portano l’utero a dilatarsi di circa tre centimetri.


    LEGGI ANCHE: Piano del parto, come e perchè farlo

     

    Quando le contrazioni si avvicinano nel tempo manifestandosi ogni due-tre minuti durando anche sessanta secondi l’utero si avvicina alla massima dilatazione raggiungendo anche gli otto centimetri. Quando l’utero è completamente dilatato e si aggira attorno ai dieci centimetri le contrazioni durano anche un minuto e mezzo e  si presentano ogni trenta-sessanta secondi.

    Le contrazioni sono avvertite come forti dolori nella parte bassa dell’addome, alcune li paragone ai dolori mestruali (LEGGI) ma molto amplificati; delle volte, alcune donne percepiscono forti dolori anche alla colonna vertebrale e nella zona renale.



    Quando l’utero ha raggiunto la massima dilatazione, il corpo della donna mette in atto meccanismi involontari di svuotamento intestinale e/o gastrico quindi è probabile che in quei momenti facciate pipì o popò magari senza accorgervene. È assolutamente naturale che ciò avvenga e il personale delle sale parto lo sa benissimo.
    Il bambino ha bisogno di tutto lo spazio possibile e il corpo della donna deve essere assolutamente concentrato a trovare tutta l’energia fondamentale per la fase espulsiva (LEGGI). Per questa ragione è importante consigliare alla partoriente di fare piccoli spuntini per apportare la forza fisica necessaria al parto ma senza appesantire lo stomaco (qualche caramella, piccoli pezzetti di cioccolata, una bustina di zucchero, un cucchiaino di marmellata o miele).

    Il dolore delle contrazioni (LEGGI) è assolutamente soggettivo. Non esiste una donna che descriva le contrazioni come un’altra donna. Alcune le definiscono forti dolori mestruali, altre dolori forti e acuti, oppure dolori sopportabili o insopportabili. Su una cosa però in molte concordano: quando sopraggiungono sentimenti di sconforto e paura e sembra di non poter andare oltre nell’affrontare il dolore o le spinte finali, bisogna pensare che il bambino sta per nascere, e poco dopo tutti questi sentimenti negativi vengono soppiantati da una gioia incredula e speciale che rende unico quello straordinario e indescrivibile momento.



    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    9
    Commenti

    Pagina 1 di 2:
    1 2 > »
    Laura lunedì, 26 settembre 2011

    non ho mai avuto dolori mestruali

    Ciao a tutte. Sono alle 36+2 settimana. Tutti parlano di pancia dura e di doloretti tipo dolori mestruali. Io non ho mai avuto dolori mestruali quindi non so categorizzarli e la pancia forse per muscolatura è sempre molto tesa. Ma già dagli inizi della gravidanza. Non so riconoscere la presenza di eventuali contrazioni preparatorie. E sono preoccupata.
    E se non riconosco le contrazioni da parto? Se non ho nessuna avvisaglia, ad esempio perdita del tappo mucoso o rottura delle acque?
    Sono veramente in ansia.
    Grazie a tutte

    n° 9
    simona mercoledì, 19 ottobre 2011

    sono alla prima gravidanza e non conosco nulla x prepararmi al parto

    ciao a tutte io sono alla 32 settimana della mia prima gravidanza si avvicina il momento ma non so perfettamente nulla..bè a 32 settimane il mio piccolo è gia'quasi 3 kg e quindi il suo peso mi porta sempre dolori sotto la pancia..quindi se mi dovessero venire contrazioni o preparatorie o da parto non ci capisco nulla..xo'posso dirvi che non bisogna avere paura io sono tranquillissima e dovrete esserlo anke voi non siamo egoiste da pensare ai dolori..come saranno..quanto dureranno..ecc..ecc..pensate che da li'dovra'uscire e quindi o i dolori saranno insopportabili o sopportabili o dureranno 10 ore o un ora non importa pensate solo che dopo tutto quello che sopporteremo avremo tra le braccia la grnde gioia della nostra vita e giorno x giorno ogni suo sorriso ci fara'capire che quegli sforzi che abbiamo fatto li rifaremmo senza piu'pensarci su'..auguri a tutte e coraggioooooo

    alessandra mercoledì, 22 agosto 2012

    R: sono alla prima gravidanza e non conosco nulla x prepararmi al parto

    ma come fa ad essere di 3 kg a 32 sett

    Manu giovedì, 28 marzo 2013

    R: R: sono alla prima gravidanza e non conosco nulla x prepararmi al parto

    Io sono alla prima gravidanza e tra 15 giorni nascera' il mio piccolino...ho una paura pazzesca poi sentire queste storie negative non aiuta molto :((

    dany mercoledì, 23 settembre 2009

    contrazioni

    buon giorno ieri sera ho avuto dei forti dolori sotto la pancia e da quello che ho letto su internet sono contrazioni.ho fatto una siringa per calmarle. ma mi chiedo se sia il caso di andare a controllo dal ginecologo.ciao

    n° 8
    anna domenica, 30 agosto 2009

    seconda gravidanza

    scusate per il messaggio di prima !io sono incinta del secondo ma con la mprima ho avuto un cesario a 37 settimane purtroppo!!!sono alla 33 settimana e da 15 giorni ho le contrazioni abbastanza dolorose ma per ora l'utero è chiuso ma sto prendendo le miolene!!!io spero di poter partorire naturalmente ma chisà!!!!!!!!!!!!!!!!

    n° 7
    anna domenica, 30 agosto 2009

    seconda gravidanza

    ciao a tutte

    n° 6
    Annalisa domenica, 30 agosto 2009

    Coraggio

    Ti capisco, anche io sono quasi alla fine, dovrei partorire i primi giorni di ottobre, ma sai cosa mi consola? Il fatto che il mondo è nato con la donna partoriente e da secoli gira così; come è andata per altre migliaia di donne, così andrà anche a noi, perchè è la natura, e tutto passa, anche i dolori, che non mancheranno. Così mi faccio coraggio. In bocca a l lupo.

    n° 5
    agnes giovedì, 24 settembre 2009

    R: Coraggio

    anch'io pensavo che partorire fosse naturale,che lo ha fatto mia madre le nostre nonne ma in pratica non e stato cosi.Ho avuto un cosi detto parto di schiena e posso dire che e stato indescrivibile!Dalla prima contrazione che e stata praticamente come una coltellata nella schiena e durata 24 ore!l'unico modo x stare meglio era camminare e respirare profondamente,penso di aver fatto km x l'ospedale!Quando mi hanno portata in sala parto e sono dovuta stare ferma attaccata al tracciato e iniziato il mio calvario!Dopo 24 ore di travaglio intenso ho smesso di avere contrazioni dunque mi hanno dato l'ossitocina e posso dire che sono scesa nel inferno x 10 minuti ho spinto con le poche forze rimaste e poi e successso il miracolo della vita,e nato SAMUELE di 3,620kg!X finire i bellezza mi hanno messo i punti senza anestesia!non voglio scendere nei particolari riguardo le senzazioni che si provano mentre esce,diciamo che si ha la convinzione di aprirsi in due!non e vero che si dimentica ma e vero che la gioia che i bambini ci danno fa superare tutto cio!pensando di voler fare un secondo nel futuro non nego di avere tanta ma tanta paura!auguri a tutte voi incinte e non pensateci tanto non ci si puo fare nulla!

    Tati giovedì, 11 luglio 2013

    R: R: Coraggio

    è stata solo onesta, io sono arrivata al primo parto con totale fiducia nei confronti del personale ospedaliero, dell'epidurale, della natura e del mio corpo..
    "e che sarà mai, siamo nel duemila!"

    invece..
    l'epidurale me l'hanno fatta, ma solo dopo 7 ore di dolori atroci (l'anestesista era impegnata altrove), il dolore era così forte che le infermiere mi urlavano nelle orecchie ma io non le sentivo, svenivo tra una contrazione e l'altra (cioè ogni minuto!)-
    quando finalmente l'anestesista si è liberata, dopo un primo momento dove sono tornata lucida grazie all'epidurale, ho dovuto spingere e ho sentito comunque un gran male, mi sono lacerata, mi hanno ricucita senza anestesia (ed è stato peggio del parto stesso, e dell'intero travaglio)
    ci ho messo dei mesi a rimarginarmi-

    io consiglio a tutte di informarsi bene e pretendere in anticipo la certezza di un'anestesia locale al momento di essere eventualmente ricucite, non ci possono trattare come bestie, d'altra parte se ti fanno l'anestesia quando ti curano un dente, PERCHE' non fartela quando ti ricuciono là sotto??
    infatti tra urla e pianti e tre persone a tenermi ferma a gambe aperte, l'anestesista mi ha sentita per caso dal corridoio, ed è tornata dentro a farmi un goccino di anestesia.. e l'ULTIMO punto non l'ho sentito. L'ultimo, maledizione!

    Questa volta al secondo parto non mi faccio fregare, partorisco in Germania, qui ti mettono la musica, la vasca, le luci soffuse, agopuntura, epidurale e anestesia locale, partorisci nella posizione che vuoi-

    informatevi bene, perchè è vero che ogni parto è diverso, ci sono le fortunatissime che hanno dolori sopportabili o non si lacerano... e ci sono quelle che invece potrebbero partorire molto meglio in una struttura dove si AIUTA la donna, invece che in posti dove sei solo un numero, un parto via l'altro, e ti devi sbrigare perchè c'è il cambio turno del personale :(

    vaneessa lunedì, 1 aprile 2013

    R: R: Coraggio

    scusate, io sono alla 35 esima settimana e a leggere questi commenti mi viene la pelle d oca! ragazze, esiste l epidurale! perche il parto deve essere un inferno, mi chiedo. non esiste proprio. questo masochismo femminile e un assurdita

    yasmine martedì, 3 maggio 2011

    R: R: Coraggio

    certo ke dai molto coragio!cavolo ci sono centinaia di donne ke vorebbero confortarsi ascoltando altre e tu sei proprio il massimo

    jenny martedì, 3 maggio 2011

    R: R: R: Coraggio

    ciao io sono alla seconda gravidanza ........ posso dirti che anche io ho oggi ho una gran paura di ripassare quello che ho passato con la prima... ti posso dire che capisco in pieno agnes (post vecchio)...ma sai cosa mi dico che questa volta andrà meglio e poi siamo qui per raccontare le nostre esperienze e le nostre paure ma anche per confortarci quindi ragazze dobbiamo essere forti a presto jenny 35+3

    Nancy martedì, 18 gennaio 2011

    R: R: Coraggio

    io sono alla 36°settimana e una descrizione così devastante come la tua non l'ho mai sentita, ogni parto è a se, poi naturalmente c'è chi è concentrato sul bimbo e chi sul dolore.mi dispiace che tu abbia vissuto così male quest'esperienza, ma l'epidurale no?ragazze io voglio solo che tutto vada bene poi il momento si affronta sempre :)no panic ;)

    antonella giovedì, 17 novembre 2011

    R: R: R: Coraggio

    ciao a tutti,sono alla prima gravidanza sto finendo la 34esima sett inizio a sentire forti dolori ai reni e alla schiena non sono esperta ma penso siano contrazioni..e'possibile?stanotte sono andata in bagno e pulendomi ho notato una sostanza gelatinosa sara' il tappo mucoso?pero' mi sembra ancora presto...datemi dei consigliiii

    Chiudi
    Aggiungi un commento a Le contrazioni: ecco come funzionano...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori
    Pagina 1 di 2:
    1 2 > »