Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Parto cesareo: il bisturi silenzioso

Temete il taglio cesareo? Vi anticipiamo un libro estremamente interessante che in America è stato un bestseller e che a breve arriverà anche in Italia

Il taglio cesareo (TC) è un intervento chirurgico per mezzo del quale il ginecologo procede all'estrazione del feto. Può essere programmato oppure urgente se le condizioni della madre o del feto ne pongano l'indicazione. Attualmente, la frequenza dei tagli cesarei in Italia, in rapporto al totale dei parti, si attesta su cifre varianti intorno al 38% in rapida crescita rispetto allo scorso decennio. Per tutte coloro che temono tale intervento o che vogliono semplicemente avere maggiori informazioni, vi anticipiamo in anteprima un libro estremamente interessante che in America è stato un bestseller e che a breve arriverà anche in Italia.

La storia del parto cesareo
La storia del taglio cesareo è molto antica. Inizia intorno al 715 a.C. con una legge romana che prevedeva l'estrazione del feto dalle donne morte allo scopo di salvare il bambino. Il primo taglio cesareo su una donna viva, fu eseguito dal francese Rousset, medico del Duca di Sardegna nel 1581. Da allora il parto cesareo ha subito chiaramente passi da giganti. Fino alla fine degli anni '80, il taglio cesareo veniva effettuato solitamente in anestesia generale. Oggi, invece, quando possibile, viene effettuato in anestesia locale, grazie alla quale la paziente, restando sveglia e cosciente durante l’intervento, può partecipare con consapevolezza alla nascita del suo bambino.

La bibbia della prevenzione del cesareo
Nel 1972, una madre americana, Nancy Wainer-Cohen, ebbe il suo primo figlio mediante cesareo in seguito ad un’induzione fallita durata otto ore.
Come lei stessa narra: “Anche mentre stavo sdraiata nella sala operatoria, ero convinta che quel cesareo non era necessario e che si sarebbe potuto evitare. Nonostante fossi contentissima di avere avuto il mio bambino, mi sentii delusa, ingannata, confusa, arrabbiata e molto triste. I miei familiari e amici mi dicevano: “Che importa com’ è nato? I bambini nati col cesareo sono tanto belli…”

In seguito, scrisse una lettera ad una rivista sul parto, chiedendo se altre donne avevano provato sentimenti simili dopo un cesareo, e così cominciò a ricevere centinaia e poi migliaia di testimonianze. Alla fine, con una di quelle madri, Nancy fondò C/SEC, la prima associazione al mondo con lo scopo di assistere madri che avevano subito un cesareo ed educare altre madri a quest’esperienza.
Dieci anni più tardi, pubblicò con Lois Estner un libro destinato a diventare un classico “Silent knife”, quello che The Wall Street Journal definì “la bibbia della prevenzione del cesareo”.

Il libro
Il bestseller di Nancy uscirà in Italia con il titolo “Il bisturi silenzioso”, tradotto da Sara Saorin ed edito da Camelozampa. Nel 2010, Zampanera Editore, specializzata in editoria per bambini e ragazzi, e Camelopardus, casa editrice indirizzata alla narrativa straniera e al fantasy, si sono uniti sotto il marchio Camelozampa, con la certezza che le convergenze creino arricchimento. Le iniziative che stanno programmando sono numerose. Speriamo, pertanto, che alle mamme e alle neo mamme queste interessanti letture siano di grande aiuto. Dopo aver contattato Sara Saorin, ho ricevuto in anteprima la scheda editoriale del bestseller americano e possiamo tranquillamente anticiparvi che l’uscita è prevista per novembre 2011.

Silvia Casini