PianetaDonna

Gravidanza: l’attesa del futuro papà

foto tratta da familycovers.com

Quando si parla di gravidanza, si tende sempre a rivolgersi alla futura mamma ovviamente. Ma i futuri papà cosa provano?

Scoprire che state per diventare papà è uno dei momenti più emozionanti della vostra vita: vi sentirete sconcertati quasi quanto la vostra compagna. A volte l’impatto emotivo che la lieta notizia ha sugli uomini viene sottovalutato, e trascorso l’eccitamento generale dei primi giorni nessuno vi chiederà più come state. Voi futuri papà invece lasciatevi coinvolgere nei progetti per la nascita, parlatene con la vostra compagna e fate in modo che il futuro nascituro occupi le vostre giornate. Dopotutto, questa meravigliosa esperienza sta capitando a tutti e due e non solo alla vostra compagna.

Per un paio di mesi, non sarà facile considerare la gravidanza come un evento reale. In seguito, quando il corpo della futura mamma comincierà a cambiare, la pancia crescerà e osserverete la prima ecografia  e ne avvertirete i movimenti, allora a questo punto, l’idea che state diventando papà si farà più reale. Forse vi accorgerete anche che la gioia e l’emozione iniziale potrebbero aver ceduto il posto alle preoccupazioni e timori sul futuro:quanto cambierà la vostra vita quando arriverà il piccolino e riusciremo a far fronte a tutte le spese? La questione economica ha certo una grande importanza, ma non prendete decisioni avventate che potrebbero stravolgere la vostra vita, tipo cambiare lavoro o cercare di ottenere una promozione, perchè non siete ancora in grado di capire come vi sentirete a distanza di un anno, quando sarete diventati papà. Allora potreste aver scoperto che avete da offrire al vostro figlio beni più preziosi di quelli materiali, ovviamente il vostro tempo e il vostro amore.

Non è mai troppo presto per iniziare a instaurare in legame con il vostro bambino. I bambini sono in grado di percepire rumori extrauterini già al quinto o sesto mese di gravidanza, quindi parlate spesso al pancione, perchè vostro figlio imparerà a riconoscere la vostra voce e a distinguerla da quella della mamma.

  • Massaggiate dolcemente la pancia della vostra compagna, avvertirete i movimenti del bambino.
  • Parlategli, coccolatelo, baciatelom attraverso la pelle del pancione.
  • Ascoltate il battito del suo cuore: in commercio ci sono degli strumenti che sono dotati di cuffiette e strumento da appoggiare al pancione.
  • Accompagnate la vostra compagna alle visite di controllo per assistere alle ecografie, così assisterete allo sviluppo di vostro figlio.
  • Approfondite le conoscenze sulla gravidanza e parto così da interpretare meglio come si sente la vostra compagna e poterne discutere insieme.
  • Scegliete insieme il nome da dare al piccolo, rappresenta il punto di partenza del vostro legame, scegliete insieme il passeggino, il lettino e tutto l’arredamento della cameretta.
  • Preparatevi a partecipare ai corsi pre-parto e a tutti gli incontri sul tema della gravidanza, scoprirete come avviene il parto e potrete esternare le vostre preoccupazioni. In questo modo sarete un valido aiuto per la vostra compagna e potrete partecipare più attivamente al parto.
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!

<
Non ci sono commenti

Lascia un commento