Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-famiglia
1 5

“Non sarò mai come i miei genitori”: e invece sì

Quando si mettono al mondo dei figli si diventa più simili ai propri genitori e si comincia a pensarla come loro almeno per quanto riguarda la famiglia e la gestione domestica

adsense-foglia-300
genitori-e-figli_1Sono certa che almeno una volta nella vita avrete pronunciato la frase : “Non sarò mai come i miei genitori”.
Invece a quanto pare bisogna rassegnarsi perché proprio quando si mettono al mondo dei figli si diventa più simili ai propri genitori e se anche in certe situazioni forse se ne farebbe anche a meno, si comincia anche a pensarla come loro almeno per quanto riguarda la famiglia e la gestione domestica.
A dirlo sono i risultati di uno studio condotto da Freek Bucx dell'università olandese di Utrecht e che ha esaminato diversi figli di età compresa tra i 18 e i 35 anni e genitori di età 50-75 anni. Insomma anche se qualcuno storcerà il naso sembra che dopo un distacco iniziale i figli si riavvicino a mamma e papà con l’arrivo di un figlio.
Il distacco solitamente avviene nel caso in cui uno dei partner non vada d’accordo con i suoceri e questo, ahimè, accade molto spesso quando la relazione comincia a diventare seria.
Spesso la vicinanza corrisponde anche a un riavvicinamento fisico, se i nonni contribuiscono ad accudire i nipotini e questo come ben si sa equivale ad un notevole risparmio economico.
Infine, secondo i ricercatori avviene anche un riavvicinamento di tipo mentale; ebbene sì, se prima di diventare genitori i figli mettevano in discussione le regole o i modelli educativi “imposti” dai genitori, con l’arrivo di un figlio i neo genitori cominceranno a pensarla come i loro “antenati”.
Non ci resta quindi che accettare il fatto che forse i nostri “vecchi” agiscono sempre nel bene dei figli …

Martina Braganti