NAVIGA IL SITO

Le regole dello zio

Si parla molto di mamme e papà, nonni e nonne, ma anche gli zii hanno un ruolo importante nella crescita del piccolo

8 errori da non fare nell'educazione dei figli

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: 8 errori da non fare nell'educazione dei figli

    Educo agli stereotipi di genere
    monica de chirico 9 maggio 2014
    A cura di Laura Losito

    COME ESSERE BRAVI ZII - Si fa un gran parlare di mamme, papà, nonne e nonni, ma che fine hanno fatto gli zii? Anche il neo-zio ha un ruolo tutto nuovo ed importante nella crescita del piccolo. Posto che buon senso, consapevolezza e rispetto sono già qualità sufficienti a diventare uno zio coi fiocchi, ecco qualche altra dritta per giocarsela al meglio.

    TI PUO' INTERESSARE: Il bello di essere zia

    Non entrare nel panico

    Oddio, vostra sorella sta per diventare mamma! Sono tanti i sentimenti che provoca questa meravigliosa novità: dalla felicità per la notizia alla preoccupazione per la gravidanza e il parto, dalla curiosità di conoscere il nuovo arrivato al pizzico di ansia da prestazione, soprattutto se lo zio in questione non ha già figli suoi. L'importante è mantenere il controllo e non avere paura di mostrarvi partecipi e presenti. 

    come-essere-brava-zia-nipoti

    Se fisicamente non c'è la possibilità di visitare la neomamma durante la permanenza in ospedale, è bene far sentire il proprio calore almeno a distanza, attraverso mail, telefonate, messaggi. 

    Offrire un dono (o una dimostrazione di sostegno)

    Lo zio può offrirsi di acquistare anche un regalo su commissione, dato che quando nasce un bambino le spese da sostenere sono tante. L'importante però non è il regalo, ma il sostegno: zii e zie, non abbiate paura di portarci a casa l'avanzo dell'arrosto, o di offrirvi volontari per tenerci il pupo in braccio perchè si vede chiaramente che abbiamo di bisogno di una doccia, o di una tazza ci caffè bevuta in santa pace; anche se abbiamo sempre ostentato indipendenza, in questo momento ogni aiuto è bene accetto, soprattutto se viene da voi. 

    FAI IL TEST: Scopri che zia sei

    Un giorno ripenseremo con emozione a questi momenti insieme, a quanto è stato bello condividere le prime settimane di vita del nostro bambino con un fratello o una sorella.

    Godersela

    I bambini crescono così in fretta! Da zio, è bello godersi i momenti insieme al piccolo, osservarlo mentre fa le sue piccole conquiste di ogni giorno, essere felice quando inizia a riconoscere il vostro viso e la voce. Vedrete che, anche se con i bambini vi sentite impacciati a disagio, ben presto vi sentirete sempre più disinvolti e felici di poter provare di una gioia così grande... e chissà che tutta questa pratica ben presto non vi torni utile! 


    Essere consapevoli

    Fin da queste prime fasi, è bene che siate consapevoli dell'importanza ricoperta dalla vostra figura. Per un bambino lo zio può diventare addirittura un mentore, e in ogni caso è una figura di riferimento importante a cui il piccolo, crescendo, si rapporterà in modo tutto diverso e speciale rispetto a genitori e nonni.

    LEGGI ANCHE: Chi può aiutarci (e come) quando diventiamo mamme

    Zii e zie, è a voi che si rivolgerà quando magari avrà un problema che non si sente di confidare agli altri, è con voi che proverà esperienze nuove e diverse, magari facendo suo un vostro interesse, un hobby o uno sport. Insomma, siete importanti, rendetevene conto e accogliete questa informazione con gioia: non è una responsabilità ma bensì un arricchimento per la vita.




    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    0
    Commenti

    Chiudi
    Aggiungi un commento a Le regole dello zio...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori