gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Genitori e parenti: liti per i regali dei bambini

Come gestire i piccoli e grandi conflitti che si vengono a creare quando i nonni o altri parenti fanno ai bambini dei regali che i genitori non gradiscono?

di Chiara Zambelli

L’arrivo di un bambino in famiglia è sicuramente fonte di gioia, i genitori restano estasiati davanti al loro pargolo, vivono per lui. Ma cosa dire di nonni e zii? Quante volte abbiamo visto un nostro parente, magari burbero e severo, diventare improvvisamente un dolcissimo nonno che si lascia fare di tutto dal nipotino?


La presenza dei nonni nella crescita dei bambini


Uno dei motivi di contrasto tra genitori e parenti riguarda i regali. Lo sappiamo: ai bambini ricevere regali piace moltissimo, fosse per loro tutti i giorni dovrebbe essere Natale. Molti nonni esagerano in questo senso, pensando di fare il bene del bambino continuano a portargli piccoli doni: una barbie, una macchinina, un libro da colorare. Restano incantati davanti al nipotino che tiene fra le mani il nuovo “pensierino”, però non si accorgono, che tempo due minuti dalla loro partenza, il bimbo mette in un angolo il nuovo giocattolo e se ne dimentica per i mesi a venire. Oppure continuano a regalare vestiti, fanno un giro al mercato e comprano una magliettina, vanno al centro commerciale e prendono un paio di calzoncini, tanto costano poco!

La pazienza del genitore è messa quindi a dura prova. Come spiegare ai parenti che non si desidera tanta “generosità” (io la definirei invadenza)?


L'importanza dei nonni


Non è facile, perché il rischio è quello che i nonni o gli zii si offendano, loro non capiscono che un bambino di 3-4 anni non ha bisogno di 1000 diavolerie elettroniche, di 100 macchinine o 20 barbie dotate di molteplici accessori. Spesso e volentieri un bimbo ama colorare, fare i biscotti con la mamma, costruire torri con le costruzioni.
Cosa se ne fa di barbie pattinatrice con cane husky al guinzaglio, pelliccia di visone e occhialoni finto Armani? Gli accessori finiranno dimenticati sotto un letto in tempo brevissimo. Il nonno non capirà, “ma come? Non posso più nemmeno fare regali a mio nipote?”.
Difficile spiegare che la pianola che gli hanno regalato a Natale non ci sta in cameretta, che il palazzo di barbie è più grande del letto della bambina! Le case di oggi sono piccole,  siamo onesti, non c’è spazio per tutto.

Ritorniamo ai vestiti: ogni genitore ha i propri gusti, c’è chi ama vestire i propri figli di marca e chi no, chi ama le tinte cangianti e chi i colori pastello, chi predilige le fibre naturali e chi quelle sintetiche. Perché i parenti regalano sempre vestiti contrari ai nostri gusti? Che lo facciano apposta? La situazione spesso diventa paradossale, soprattutto se i parenti in questione sono particolarmente generosi e ad ogni cambio di stagione riempiono gli armadi dei bambini senza interpellarci.

genitori-e-parenti-litigi-per-i-regali



Cosa fare? La soluzione migliore è parlare chiaro, facendo capire che al genitore piace compare vestiti o scarpe ai propri bimbi, piace vederli vestiti secondo il proprio gusto. Perciò si potrebbe proporre al parente di andare ogni tanto a far compere insieme, in modo da indirizzarlo verso quei negozi a noi congeniali, lasciando a lui l’ultima parola.

Oppure quando sentiamo nell’aria l’odore di “regalo” facciamo così “sai al bimbo servirebbe una tutina” “abbiamo deciso di prendere un nuovo paio di scarpe”, così se il nonno è sveglio coglierà al volo l’occasione. Almeno non vi ritroverete con 10 abitini eleganti nell’armadio e nessuna tutina per l’asilo!



gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0