gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Ragazza alla pari: perchè sceglierla

Come e perchè scegliere una ragazza alla pari invece della baby sitter tradizionale

di Mariaelena La Banca

Finalmente, dopo mesi di grandi discussioni in famiglia sui pro e i contro di questa scelta, siamo arrivati alla conclusione: che au pair sia!
Ma partiamo dall'inizio...

CHI E' UNA AU PAIR?

Una ragazza alla pari, o au pair, è una persona di età compresa tra i 18 e i 29 anni che vuole fare una esperienza di vita in un paese straniero, inserendosi in famiglia e vivendo all'interno di questa come se fosse la sua famiglia di origine.


LEGGI ANCHE: Le domande da fare al colloquio con la nuova baby sitter


PERCHE' SCEGLIERE UNA AU PAIR

•    Ho fatto la tata (LEGGI) per una vita prima di laurearmi e mi ero sempre riproposta che, se un giorno avessi avuto una tata, l'avrei trattata in "un certo modo"...
•    Siamo una famiglia di persone allegre e solari, avere una ragazza in casa che vive con noi e ci da una mano ci fa piacere, non vediamo questa cosa come una intrusione nella nostra privacy.
•    No, non sono gelosa di una ventenne dolce e carina che gironzola in casa!!!
•    In casa abbiamo una stanza in più per ospitare una terza persona e uno scambio culturale con una ragazza che viene da un altro paese arricchirà la nostra vita.
•    La nostra esigenza riguarda soprattutto le emergenze da gestire con Matteo, in realtà non abbiamo bisogno di una baby sitter che ha la necessità di avere un orario e un onorario, ma di un aiuto forfettario quando occorre.
•    Imparare una nuova lingua per Matteo e migliorare il mio inglese è sicuramente un valore aggiunto alla scelta

DOVE SI TROVA UNA AU PAIR?

Ci sono numerosi siti dove poter trovare una ragazza alla pari (LEGGI). Una volta iscritti ad uno di questi (alcuni sono a pagamento). Io ho mostrato subito dilemmi e perplessità via mail, la titolare dell’agenzia a cui mi sono rivolta mi ha mandato una scheda da compilare per capire meglio come aiutarmi, e poi ha cominciato a mandarmi una serie di nominativi con tanto di lettera di presentazione, e vita morte e miracoli della au pair.


LEGGI ANCHE: La mamma rientra al lavoro: a chi affidare il bebè?


QUANTO COSTA UNA AU PAIR?

Dipende da agenzia ad agenzia, il costo di iscrizione varia dai 50 ai 100 euro e la "paghetta" della au pair varia a seconda della disponibilità in casa che le si richiede e va dai 60/80 euro a settimana in su per un servizio di 20 ore giornaliere e 10 serali.

COSA PUOI CHIEDERE AD UNA AU PAIR?

Io ho un fratello di 23 anni che studia a Perugia. Quando viene a casa mia ne approfitto per fare quelle cose che con Matteo mi risultano difficoltose. Mentre lui gioca con mio figlio io mi dedico alle faccende domestiche o alla spesa settimanale, ritaglio del tempo per me ed il mio compagno e cerco di essere più rilassata sapendo di non dover per forza essere multitasking (LEGGI).
Alla au pair chiederò la stessa cosa: andare ad accompagnare e riprendere Matteo a scuola quando io non posso, stare con lui il pomeriggio a giocare, aiutare a mettere in ordine e, saltuariamente, qualche serata libera per me!Lle offro, oltre alla sua "paghetta" settimanale un abbonamento in palestra, l'abbonamento ad autobus+treno+metro, una stanza per se' e uno scambio: io le insegno l'italiano e lei mi insegna la sua lingua

gpt native-middle-foglia-famiglia


COSA UNA AU PAIR CHIEDE A TE?

Una au pair non è una colf e non è una baby sitter. E' una ragazza che vuole imparare uno stile di vita diverso dal suo, desiderosa di conoscere questo meraviglioso paese.

COME SI SCEGLIE L'AU PAIR?

In base alla scheda compilata da te e quella compilata dall'au pair, l'agenzia fa combaciare i requisiti e ti propone le ragazze fino a quando non trovi quella che fa per te.
Spero di trovare presto la persona che fa per me!
Mariaelena

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0