gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

In Inghilterra partono i corsi per diventare buoni genitori

Una proposta del governo apre il dibattito: corsi e servizi per insegnare ai genitori il loro mestiere

A scuola per diventare buoni genitori. Sembra che di questi tempi si debba frequentare un corso per tutto. Se ripensiamo alle mamme di qualche decennio ci vengono in mente donne/matrone che hanno sempre in mano la situazione e hanno una risposta per tutto.

Ma oggi, anche con il grande cambiamento che ha investito i neopapà che sono sempre più coinvolti nella gestione dei bambini e della casa (LEGGI), lo spaesamento sembra diffuso e allora qualcuno pensa di formare i genitori per offrire loro gli strumenti utili per svolgere al meglio il loro compito.


LEGGI ANCHE: L'ospedale dove si impara a fare la mamma


Se in Italia stanno aprendo in numerose città sportelli di aiuto e sostegno per i genitori e le giovani mamme, in Gran Bretagna il premier David Cameron ha deciso di andare oltre e di istituire un servizio di consulenza per i genitori. Si chiama Car Parent e propone corsi pubblici gestiti da esperti pedagogisti e simil-tate che insegneranno praticamente ogni cosa: dal cambio dei pannolini all'allattamento (LEGGI), dall'educazione a molto altro.
Inoltre è attivo un servizio di risposta online per i genitori alle prese con i dubbi più frequenti.

Per questo progetto in governo britannico ha stanziato ben 4 milioni di euro e si appresta ad organizzare anche incontri per i genitori stanchi e confusi e programmi per l'educazione dei bambini: i genitori potranno ricevere un voucher da cento sterline distribuiti dalla catena di negozzi Boots, che accedere a questi incontri.


LEGGI ANCHE
: Sei madre abbastanza?



Insomma, si passa all'azione dal momento che, sin dalla sua campagna elettorale, Cameron ha fatto delle politiche di sostegno alla famiglia uno dei punti di maggiore forza e ha sempre definito lo Stato come uno Stato-saggio che ha il compito di sopperire laddove ci siano carenze delle famiglie e della società.

Ma le critiche non mancano e rimbalzano sui media inglesi: perchè non impiegare il denaro pubblico per implementare l'offerta e l'accesso da parte delle famiglie a progetti di sostegno familiare (LEGGI) che già esistono?
E perchè lo Stato dovrebbe arrogarsi il diritto di interferire nella vita dei genitori, stabilendo se e quando essi siano pronti?
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0