gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Famiglie allargate: come conciliare madri e matrigne?

In aumento le famiglie allargate che spesso, però, diventano teatro di battaglia tra madri biologiche e matrigne

Nel Regno Unito una famiglia su tre è una famiglia “allargata”: due genitori, un bambino, i nuovi partner, altri bambini nati dalla nuova unione. Una specie di comunità che dovrebbe essere basata sul rispetto e l’amore e su un senso di protezione ancestrale che gli adulti dovrebbero provare per i bambini.


QUANDO UN BAMBINO DA FASTIDIO


Ma non è sempre così. A volte i dispetti e le gelosie la fanno da padroni e sempre più spesso a dichiarare guerra sono le donne, tra chi è madre e chi matrigna.
E sempre più spesso la matrigna non ha affatto i tratti della più cattiva delle cattive delle favole, ma quelli di una donna dolce, premurosa, spesso attenta a far conciliare le esigenze e i sentimenti di tutti quelli coinvolti.



Sul Daily Mail qualche giorno fa Alice Marshall ha raccontato la sua storia di matrigna. Sposata con il papà di John, un bambino, di quindici anni, Alice ha conquistato a fatica all’inizio la simpatia e il rispetto del piccolo che alla fine, a 11 anni, ha chiesto al giudice di andare a vivere con suo padre e la sua nuova compagna. Un lungo iter costellato di gelosie, recriminazioni, insulti, dispetti che la mamma del bambino ha perpetrato ai danni dell’ex marito, e di conseguenza di suo figlio.

madri-e-matrigne


Fino a che punto è amore materno e non pura e semplice gelosia? Si chiede Alice.
Sempre sul Daily Mail qualche giorno prima della pubblicazione dell’articolo di Alice, un’altra mamma aveva dato la sua versione della storia dichiarando senza mezzi termini che non avrebbe mai permesso che suo figlio incontrasse la nuova fidanzata di suo padre. Una testimonianza dura che aveva suscitato centinaia di commenti che per lo più l’avevano definita egoista e manipolatrice.



UN NUOVO CONCETTO DI FAMIGLIA


Di certo la questione è più che mai aperta. Da un lato le madri biologiche che accusano le matrigne di oltrepassare sistematicamente il confine e rivendicano il diritto di essere le uniche depositarie del sapere su come crescere il proprio figlio, dall’altro le matrigne, in continuo bilico tra l’amore per il proprio compagno, quello per il suo bambino e alla perenne ricerca di un equilibrio che non scontenti nessuno e sia comunque efficace.

APPROFONDISCI SU MI SEPARO

Come risolvere l’annoso problema? Secondo la psicologa Lisa Doodson bisognerebbe semplicemente smettere di preoccuparsi e di farsi tante domande. Le matrigne possono rappresentare una risorsa extra molto valida sia per il bambino che per la mamma: “tutti abbiamo competenze diverse  ei bambini non possono che trarre beneficio dall’avere attorno più di un adulto che li sostengano e si occupino di loro”.

Raccontateci la vostra esperienza!

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0