gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Corsi di formazione per neogenitori

Le settimane successive alla nascita del primo figlio possono essere difficili: è per questo che l'ospedale di Ponte San Pietro organizza corsi post-parto per neogenitori

Essere genitori (LEGGI) non è semplice. Soprattutto dopo la nascita del primo figlio, sono molti i dubbi che assalgono i neo-genitori. Con l'esperienza si imparerà a riconoscere i bisogni del neonato e a trovare la soluzione più adatta per ogni loro problema. Ma all'inizio la coppia può trovarsi spiazzata e non sapere bene come comportarsi nei confronti di questo piccolo esserino arrivato a casa.

Perché piange? Gli farà male qualcosa? Cosa posso fare per consolarlo? Come posso capire cos'ha? Sono mille le domande che i neogenitori si pongono i primi giorni dopo il rientro a casa dall'ospedale. Ed un aiuto da parte di persone più esperte può essere molto utile.



LEGGI ANCHE: Neogenitori, le 40 cose che pensavate di non poter fare. E invece...



Per questo l'ospedale San Pietro di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, ha pensato di organizzare dei corsi post-parto per i neogenitori. Un corso che nasce con l'obiettivo di aiutare i genitori a "gestire i piccoli e grandi problemi dei primi mesi di vita del piccolo, rispondendo agli inevitabili dubbi e domande che sorgono una volta tornati a casa dall'ospedale". Neonatologi ed ostetriche sono a disposizione dei genitori per rispondere a tutte le domande, dal come cambiare il pannolino (LEGGI) a cosa fare in caso di coliche.

Dato che molto spesso le famiglie di oggi non hanno più il sostegno di nonne e zie, che magari abitano troppo lontano, si è pensato di organizzare dei corsi specifici per aiutare i genitori proprio nei primissimi mesi di vita del bambino. Così il professor Angelo Colombo, coordinatore dell'Area Materno-Infantile del Policlinico San Pietro, spiega questa iniziativa: "Come ospedale del territorio, dobbiamo fare quanto è possibile per cercare di colmare almeno un po' questo vuoto. È una filosofia che la nostra Area Materno-Infantile segue da tempo: anche dopo le dimissioni le mamme in qualsiasi momento possono telefonare al nido per avere consigli. Una cosa è “studiare da genitori” a mente fredda ai corsi pre-parto, prima che il bambino nasca, un'altra cosa è dover affrontare sul campo le difficoltà che possono presentarsi nella vita di tutti i giorni e che magari prima sembravano del tutto chiare".







Il corso, totalmente gratuito, è aperto non solo ai genitori, ma a tutte le persone che si prendono cura del bambino (anche i nonni, ad esempio) ed affronta tutte le tematiche che stanno più a cuore e che destano maggiori preoccupazioni nella mamme e nei papà: "Tra i temi più “gettonati” nei primissimi mesi di vita del bambino ci sono l'allattamento e in particolare cosa fare se il bambino non si attacca al seno, se la suzione non è sufficiente, se si sono formate delle ragadi al seno che possono rendere doloroso l'allattamento, come preparare il latte artificiale, come integrarlo se le dosi non bastano. Un altro capitolo importante è quello che riguarda i più frequenti disturbi del bambino come il singhiozzo, la diarrea, le coliche gassose (LEGGI), il vomito. E poi c'è il pianto, di fronte al quale spesso le mamme vanno in ansia: chiedono come fare a capire se il piccolo piange perché sta male oppure ha semplicemente fame o deve essere cambiato".



LEGGI ANCHE: Come il neonato impara a socializzare



"E ancora come comportarsi in caso di febbre, come misurarla, quando preoccuparsi e come curarla. Un'altra cosa che ovviamente preoccupa e che spesso ricorre tra le domande è cosa fare se il bambino non cresce come dovrebbe. C'è poi spazio anche a domande che riguardano la salute della mamma e della famiglia e che potrebbero avere ripercussioni sul bimbo, in particolare come comportarsi in caso di influenza e cosa fare se alla mamma, durante l'allattamento viene prescritto un antibiotico. A questo proposito è bene sottolineare che esistono antibiotici che possono essere somministrati anche in questo delicato periodo".

Fonte Credits | Eco di Bergamo
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0