gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Riflessioni: la violenza sulle donne

Una nostra affezionata utente ci ha mandato una sua sentita riflessione su una delle piaghe della nostra società: la violenza sulle donne in ambito familiare

violenzaUna nostra affezionata utente, Akire, ci ha mandato una sua sentita riflessione su una delle piaghe della nostra società: la violenza sulle donne in ambito familiare

Carissima redazione,

oggi ho chiacchierato con una cara collega che mi ha confidato il difficile rapporto col marito.
Questa conversazione mi ha dato la voglia di scrivere 2 righe sul delicato tema in oggetto, e ho pensato che forse molte donne avranno voglia di commentare un pò...
Di seguito quanto ho scritto :
“Una mattina come tante, mi reco a lavoro, raggiungendo la mia scrivania saluto una collega che ha una bimba più grande di mio figlio di solo un giorno.. Scambiamo due chiacchiere sulla festa che abbiamo organizzato per i nostri figli e lì la vedo improvvisamente seria.. scoppia a piangere..Si alza la manica della maglietta e mi mostra un enorme livido sul braccio ..il sangue mi si gela..
Ci chiudiamo in bagno e mi racconta quanto sia violento suo marito ..non trova lavoro da 18 mesi, è sempre nervoso...e sostiene che sia lei a non capirlo..a fare di tutto per istigarlo a picchiarla..

Mi limito a scuotere la testa? A dire che il mondo è pieno di pazzi? No..credo che valga la pensa rifletterci un pò su..

Non è immediatamente facile trovare spiegazioni al dato reso noto una settimana fa dal Consiglio d'Europa: la prima causa di morte delle donne tra i 16 e i 44 anni, nel mondo, ma anche in Europa, è l'aggressione violenta da parte dei loro compagni di vita. Lo afferma una ricerca del neonato "Osservatorio criminologico e multidisciplinare sulla violenza di genere". Spesso le donne non trovano conforto nella loro famiglia, provano vergogna ad ammettere quella che dal loro punto di vista è una sconfitta, il fallimento del rapporto idilliaco che avevo creduto di poter creare con il loro compagno .

Perchè poi questi uomini dicono sempre che non accadrà più..e le donne si convincono, vogliono credere che andrà tutto bene. Ma se il tuo compagno ti manca di rispetto una volta, cosa poi gli impedirà di farlo nuovamente? Occorre che all’interno di una famiglia ci sia un dialogo più aperto..tale da insegnare alle giovani donne che il rispetto e l’amore sono due sentimenti inscindibili, non puoi amare davvero una persona che non rispetti, ma soprattutto è fondamentale amare e rispettare se stessi prima di tutto.

Mi pongo domande tipo che cosa fa scatenare l’ira in un soggetto altrimenti tranquillo? Oppure che cosa trasforma drammaticamente il comportamento di una persona fino a qualche tempo prima irreprensibile? Io credo che gli uomini violenti non nascono violenti, ma che le cause di tale degrado psicologico siano molteplici: sociali, familiari, finanziarie.
Cause che richiedono un’analisi approfondita dell’infanzia dell’uomo violento ma anche l’evoluzione del suo rapporto di coppia.
Sono interrogativi con un “perché” che apre mille domande e allude a mille risposte. Ma con un’unica certezza. In questa spirale di violenza a perderci sono tutti, vittime e carnefici.


Grazie mille anticipatamente per l'attenzione!

Akire

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0