gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Lasciarsi dopo un figlio: è successo ad Anna Falchi

Due mesi dopo la nascita della loro Alyssa, tra Anna Falchi e Denny Montesi è crisi profonda, ma Anna è felicissima del suo ruolo di madre e si fa fotografare con la figlia

Lo scorso 28 ottobre Anna Falchi è diventata mamma di una bella bimba di nome Alyssa all’ospedale Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Anna Falchi e il papà Denny Montesi ne avevano dato l'annuncio raggianti come si conviene a due genitori, sperando in cuor loro che la bimba avrebbe riportato serenità nel loro rapporto che aveva subito qualche turbolenza.
Invece due mesi dopo tra i due neogenitori è crisi profonda "Tra me e il padre di mia figlia le cose vanno malissimo: il nostro rapporto in questo momento è interrotto". Lo dichiara Anna Falchi in un'intervista al settimanale 'Chi'  dove l'attrice posa per la prima volta con la figlia per bellissime foto. "Io e lui litighiamo continuamente e su tutto. Abbiamo modi di pensare diversi e stili di vita diversi. C'è proprio incompatibilità di carattere", spiega la Falchi. "Entrambi anna-falchi-con-alyssaabbiamo fatto degli errori -prosegue- però pensavamo che con la nascita della bambina tutto sarebbe andato a posto. Invece un figlio se non unisce, divide. Dopo la crisi che avevamo avuto la scorsa estate abbiamo provato a rimettere insieme i cocci, ma non è servito, tra noi c'è troppo astio, troppo rancore". "Se parlo della mia crisi con Denny è perchè voglio riprendere in mano la mia vita, voglio poter vedere chi mi pare e non voglio che si creino equivoci. Ma questa situazione mi fa davvero soffrire. L'unica cosa che mi consola è che la bambina è ancora troppo piccola per capire. E comunque -conclude- quel che è certo è che Denny come padre c'è e ci sarà sempre, non gli impedirò mai di vedere Alyssa".



Dopo i discorsi tristi Anna si lascia andare all'amore per la sua bimba: “E’ uguale a me appena nata. Guardare mia figlia e vedere me è fantastico” e ancora “Ho sempre avuto un grande senso di responsabilità. Adesso l’ho affinato. Quello che invece per me è nuovissimo è questa sensazione di non solitudine: d’ora in poi ho la certezza che non sarò mai più sola. Ed è una cosa che mi riempie di gioia”.
Anna si dedicherà in tutto e per tutto alla piccola: “Nessuna tata, solo l’idea di lasciarla a qualcuno che non sia mia madre mi fa star male. Mi piace sentire in casa mia questo buon profumo di bambino, di vita, di futuro. Da quando è nata Alyssa faccio solo la mamma e la libertà di prima non mi manca. Le mie prime giornate sono pienissime: lavo, stiro, disinfetto, la cambio, la tengo sul petto per ore e ore, le do il latte con il biberon”.
Anna Falchi aveva dichiarato che non avrebbe allattato al seno per non rovinarsi il seno, suo punto di forza e a chi l’ha criticata per queste forti affermazioni, aveva risposto: “Molte donne dello spettacolo dicono di non aver latte ma non è vero. In realtà lo fanno perchè non vogliono rovinarsi il seno”.
"Non lo allatterò: è una cosa che non mi appartiene. Forse la mia esigenza di rimanere femminile vince sul mio istinto materno".
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0