gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Cécile Kyenge e la proposta di cancellare le parole "madre" e "padre"

Il ministro per l'Integrazione Cécile Kyenge, avrebbe appoggiato la proposta di una delegata del Comune di Venezia di sostituire sui documenti le parole "madre" e "padre" con "genitore 1" e "genitore 2"

Dopo il suo impegno per definire "italiani" tutti i bambini che nascono nel nostro paese (LEGGI), a prescindere dall'origine dei genitori, il ministro Kyenge continua la sua battaglia contro l'omofobia, la xenofobia, e a favore dell'uguaglianza, ma questa volta anche chi di solito appoggia le sue tesi ha criticato la sua nuova proposta.


LEGGI ANCHE: 10 motivi per cui è importante avere una classe multietnica a scuola



Cécile Kyenge avrebbe approvato l'idea di una delegata del Comune di Venezia di sostituire sui documenti le parole " madre" e "padre" con "genitore 1" e "genitore 2". Camilla Seibezzi, delegata “ai Diritti Civili e alla Politiche contro le discriminazioni” al Comune, avrebbe chiesto di imitare una norma già adottata in altri Paesi, come Francia, Spagna e Usa. Un modo per lottare contro gli stereotipi di genere, l'omofobia e le discriminazioni ed evitare che i bambini alla scuola materna si possano sentire diversi dagli altri.

cecile-kyenge-proposta-cancellare-parole-madre-padre



Ma ha fatto scalpore che l'idea sia stata accolta con piacere da Cécile Kyenge: "Mi sono sempre battuta per le pari opportunità, se questa è una proposta che le rafforza, mi trova d’accordo", ha detto il ministro per l'Integrazione, alimentando le polemiche già accese contro di lei. E naturalmente le reazioni contrariate non si sono fatte attendere: dal capogruppo della Lega Nord al Senato a quelle più dure di Matteo Savini.


LEGGI ANCHE: Io come Tu, la nuova campagna dell'Unicef


Ma anche chi in passato ha appoggiato le posizioni del ministro ha manifestato il suo stupore, come Elvira Serra che sulla 27esima ora ha scritto: "credo che ogni bambino abbia diritto di sapere come è stato concepito. Da due ovociti non nasce un embrione. Da due spermatozoi non nasce un embrione. Così è. Mentre è vero che come si amano un uomo e una donna si amano due donne e due uomini, che da quell’amore possono desiderare un figlio. Figlio che però non nascerebbe senza i due ingredienti fondamentali"

Fonte Credits| 27esima ora
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0