gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Con la crisi aumentano le visite dentistiche low cost

Meno visite di controllo e interventi odontoiatrici low cost: gli effetti della crisi sulla salute delle famiglie italiane

Un’analisi effettuata dall’Osservatorio Analisi Statistiche AMICA CARD mostra che le famiglie italiane sono costrette a rinunciare alle visite e cure dentistiche o che optano per interventi low cost.


Speciale dentini: da quelli da latte al dentista


L'indagine è stata realizzata con la collaborazione di 3584 dentisti italiani e con l’Istituto Auxologico, l’Ospedale San Raffaele e gli Istituti Clinici Zucchi.

Risultato: le richieste di apparecchi ortodontici sono diminuite di ben il 40% e il 47% degli intervistati ha dichiarato di non essersi sottoposto ad una visita dal dentista negli ultimi 12 mesi, il 32% ammette che non ha per ora intenzione di andarci.


Niente dentista per i bambini: c'è la crisi


E come agiscono le famiglie che non vogliono rinunciare alle cure dentistiche?
Innanzitutto non si affidano al solito dentista, almeno non obbligatoriamente, molti italiani hanno chiesto un preventivo prima di affidarsi alle cure di uno studio dentistico e gli ambulatori privati sono stati scelti dal 30% degli intervistati solo dopo aver chiesto un preventivo preciso. Insomma, il passaparola o l'amicizia con il dentista non bastano più. Quel che più conta è quanto si paga.

E sono in aumento (+ 6%) gli italiani che si sono rivolti agli studi dentistici esteri (soprattutto in Ungheria e Romania) e quelli che hanno aderito alle allettanti offerte proposte su internet nei gruppi di acquisto (+11%).

visite-dentista-low-cost



Ma quanto costano le cure dentistiche?
Al nord la spesa è più alta (e infatti il 70% di quelli che hanno cambiato specialista affidandosi ad uno più economico vive al nord): a Milano e Bologna le cure dentali costano almeno il 20% in più rispetto al resto d'Italia. Una pulizia dei denti costa a Napoli (il capoluogo più conveniente)  in media 60 euro, contro gli 80-100 euro di Milano; un'otturazione a Napoli può costare 70 euro contro i quasi 250 di Milano.

La tessera Amica Card consente di risparmiare il 30% sulle cure dentistiche, consentendo quindi una diminuzione di 800 euro a famiglia per le cure odontoiatriche.
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0