gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Un milione di bambini nati da coppie Erasmus

Mentre si rischia di far chiudere il progetto Erasmus per mancanza di fondi, si scopre che i bambini nati da coppie che si sono conosciute all'estero sono un milione

Nato nel 1987 grazie all'idea dell’associazione studentesca francese Egee, il programma di scambio universitario Erasmus rischia di chiudere a causa di una carenza di fondi.

A finanziare il progetto sono le casse dell'Unione Europea che però sono in affanno. Servono altri 90 milioni di euro prelevati dai budget dei Paesi membri per salvare Erasmus.
Un mucchio di soldi che bisogna reperire non oltre il 9 novembre.
Sfida difficile ma non ci si arrende perchè il progetto Erasmus ha permesso di far veicolare cultura, confronto sociale e giovani in tutta Europa per anni.


LEGGI ANCHE: 10 motivi per cui è importante avere una classe multietnica


Questi i numeri dell'Erasmus: 31 Paesi coinvolti nel progetto di scambio, più di 4mila atenei aperti e nell'ultimo anno accademico hanno partecipato 231mila ragazzi. Soltanto in Italia nell'anno 20120-2011 sono arrivati ventimila studenti stranieri, la metà dei quali spagnoli, e poi francesi e tedeschi.

Le Università maggiormente coinvolte sono state quella di Bologna, La Sapienza di Roma e l'Università di Firenze.
Ventiduemila sono stati gli studenti italiani che sono andati al'estero, soprattutto in Spagna e Francia.


LEGGI ANCHE: Introduzione alla comunicazione interculturale


Ma a questi numeri "accademici" e ufficiali bisogna aggiungerne un altro davvero curioso. Secondo quanto riporta il quotidiano francese Le Figaro dalle relazioni sentimentali intrecciate grazie al progetto Erasmus è nato un milione di bambini (LEGGI).
Il che renderebbe ancora più triste la notizia della chiusura del progetto. Come spiega l’eurodeputato Alain Lamassoure, con lui morirebbero anche “1 milione di figli nati da coppie Erasmus”.

Lui stesso è nonno di una famiglia multietnica e sta portando avanti una battaglia per far modificare il diritto della famiglia per andare incontro alle nuove famiglie nate con l'Erasmus e per rispondere a domande come "che nazionalità avrà il bambino?", oppure  "dove si deve registrare la sua nascita?".


gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0