gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Tuo figlio saprebbe fare una chiamata di emergenza?

Il caso della piccola australiana che ha vegliato la mamma morta per due giorni ripropone la questione. Come insegnare ai bambini a chiamare i soccorsi?

Shylah Silbery ha solo due anni ma è riuscita a sopravvivere da sola in casa per ben due giorni. La sua mamma è morta all'improvviso e la piccola si è ritrovata sola, a vegliarla. Ha mangiato avanzi di lasagna e formaggio e quando uno zio ha raggiunto la sua casa, chiusa dall'interno, ha spinto un tavolo fino alla porta ed è riuscita ad aprirla. "La mamma non si svegliava più", ha detto la piccola, che vive in Australia, ai soccorritori.

E' l'incubo di tutte noi mamme. Stare da sole in casa con i bambini e pensare che se ci sentiamo male o abbiamo un incidente domestico il nostro piccolo non solo si preoccupi e abbia paura ma non sia in grado di chiamare aiuto.
La domanda, quando leggiamo storie come quella di Shylah, è spontanea: i nostri bambini sono capaci di fare una telefonata di emergenza? Sanno chi chiamare in caso di necessità?

LEGGI ANCHE: Bambini digitali, usano il pc ma non sanno allacciarsi le scarpe

Sorprende come oggi i nostri piccoli dimostrino una innata abilità nell'uso di telefoni cellulari, televisione, giochi elettronici e altri strumenti digitali ma forse non siano in grado di fare una chiamata di emergenza. Un tempo tutto era più semplice. Il telefono era uno solo, ben posizionato in salotto, ben visibile. Con una cornetta e dei tasti da comporre.
Oggi il cellulare è protetto da password e blocco chiamate ("premere ok e asterisco"...quale bambino potrebbe?), spesso noi stesse non riusciamo a trovarlo, sprofondato tra i cuscini del divano, e se è spento il tasto di accensione è talmente piccolo che abbiamo difficoltà anche noi a premerlo.
Anche i telefoni di casa sembrano essere sempre più complicati, magari sono portatili (e quindi anche in questo caso persi in qualche angolo della casa) oppure collocati su mobili o scaffali volutamente inaccessibili ai bambini (per evitare che ci giochino facendo chiamate dall'altra parte del mondo).

LEGGI ANCHE: BAMBINI COL CELLULARE GIA' ALL'ASILO

Dovremmo iniziare a porci il problema sin da quando i bambini sono piccoli. Magari collocando in casa un telefono più alla loro portata e memorizzando un numero di emergenza con selezione rapida, oppure lasciare un telefono cellulare ormai inutilizzato libero da blocchi spiegando loro come comportarsi in caso di emergenza.

Diteci la vostra. Avete qualche consiglio su come insegnare ai bambini a fare una chiamata di emergenza?

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0