gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

I figli potranno avere il cognome della madre

La Commissione Giustizia della Camera avrebbe approvato un disegno di legge che permetterà ai figli di avere il cognome materno, quello paterno, o entrambi

dare-cognome-madre-figlio


DARE IL COGNOME DELLA MADRE AL FIGLIO - La Commissione Giustizia della Camera avrebbe approvato un disegno di legge che permetterà ai figli di avere il cognome della madre. Se il provvedimento otterrà il via libera un bambino potrà avere il cognome paterno, quello materno, o entrambi, a seconda del desiderio dei genitori. In mancanza di accordi, al neonato verranno assegnati tutti e due i cognomi in ordine alfabetico. Si tratta di un disegno di legge ritenuto necessario dagli onorevoli in aula; un intervento da mettere in atto non solo per obblighi internazionali, ma anche per un'esigenza comune che si sta diffondendo.

LEGGI ANCHE: Dare il cognome della madre è un diritto

In base a questo DDL, il cognome può cambiare anche per volontà del soggetto maggiorenne. Prescrive l’Art. 4 che “Il figlio maggiorenne, al quale è stato attribuito il solo cognome paterno o il solo cognome materno sulla base della normativa vigente al momento della nascita, può aggiungere al proprio il cognome materno o il cognome paterno con dichiarazione resa, personalmente o con comunicazione scritta recante sottoscrizione autenticata, all’ufficiale dello stato civile, che procede all’annotazione nell’atto di nascita“.

La norma non cambia nel caso di figli nati fuori dal matrimonio, ma, nel caso in cui uno dei genitori riconosca il figlio tardivamente, si provvederà ad aggiungere il secondo cognome sono con l’approvazione dell’altro genitore (e anche del figlio stesso, se ha già compiuto 14 anni). I bambini adottati, invece, manterranno il proprio cognome, a cui verrà anteposto uno solo tra quelli dei genitori adottivi, come al solito da decidere di comune accordo tra i coniugi oppure stabilito in base all’ordine alfabetico. Chi ha già un doppio cognome ne può trasmettere, a scelta, solo uno dei due.

LEGGI ANCHE: Figli: sì a dare il cognome della madre


Questo decreto allineerebbe l'Italia agli altri Paesi dell'Unione  Europea, come ribadito da diversi onorevoli in aula.
La Corte Europea ricordiamo che aveva censurato l'Italia, lo scorso 7 gennaio, per l'obbligo del cognome paterno. Il provvedimento non sarà subito operativo in quanto per l'applicazione serve un regolamento la cui stesura richiede un anno di tempo

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0