gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Scegliere il nome del bebè: pro e contro dei nomi particolari

In crescita la tendenza di dare al bebè il nome di un personaggio famoso o un nome straniero. Pro e contro di questa scelta. Con un occhio ai più amati dagli italiani.

Una delle attività preferita di una coppia che aspetta un bambino è quella di scegliere il nome. Spesso il nome del bebè viene stabilito ancora prima di sapere che c'è un bambino in arrivo, a volte si scatena un vero e proprio scontro tra i genitori sulle varie preferenze, talvolta nella scelta prevale la volontà di non scontentare il futuro nonno o la futura nonna.


La scelta del nome affidata ad internet


La scelta del nome da dare al proprio bebè può essere quindi divertente ed emozionante ma non deve essere presa alla leggera. Deve essere frutto, infatti, di una decisione ben ponderata, fatta sì sulla base del gusto personale dei futuri genitori, ma deve anche essere guidata dal buonsenso e tener conto di alcuni aspetti che saranno molto importanti nella vita del bambino.

scegliere-in-nome-per-il-bebe-pro-e-contro-dei-nomi-stranieri-o-dei-vip


Il nome può essere considerato una “dote” che lasciamo al nostro bambino, qualcosa che il piccolo si porterà per tutta la vita. Se da un lato la tradizione di dare al proprio bimbo il nome del nonno o della nonna sembra destinata a scomparire con il passare del tempo, dall'altro c'è una nuova tendenza che sta prendendo sempre più piede nella società del gossip e dei miti televisivi e cinematografici. É quella di scegliere per il proprio figlio o figlia un nome esotico, “alla moda”, insomma un nome particolare.

Spesso si opta per nomi stranieri, magari quello del proprio attore preferito oppure della cantante più in voga del momento. Sebbene sia una tendenza più evidente nei nostri giorni, si può dire che abbia avuto un vero e proprio boom ai tempi delle grandi soap opera, un genere televisivo che oggi risulta un po' in declino. Così tanti bambini sono stati chiamati con i nomi dei personaggi dell'epopea infinita di Beautiful o di altre famosissime soap.


Quanti nomi si possono dare ai bambini?


Ai giorni nostri sta prendendo piede invece la moda di scegliere il nome ispirandosi ai personaggi delle cronache rosa. É una tendenza che viene sottolineata proprio dal mondo della tv e dello spettacolo. Sono sempre più numerosi infatti i personaggi famosi che scelgono nomi alquanto stravaganti per i loro bebè. Due esempi eclatanti sono quelli dei coniugi Totti, che hanno chiamato Chanel la loro bambina, e della coppia “extra-lusso” formata da Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci che hanno scelto di chiamare Nathan Falco il loro primogenito.

gpt native-middle-foglia-famiglia


Nonostante il fiorire di queste nuove tendenze modaiole, secondo una recente ricerca condotta dall'Istat, gli italiani non sembrano subire più di tanto le suggestioni dei divi. Tra i nuovi nati i nomi più diffusi sono ancora quelli semplici, e soprattutto, italiani. Per i bambini nella top- ten abbiamo Francesco, Alessandro, Andrea, Matteo, Lorenzo, Gabriele, Mattia, Riccardo, Davide, Luca; per le bambine Giulia, Sofia, Martina, Sara, Chiara, Giorgia, Aurora, Alessia, Francesca, Alice. In linea di massima si registra quindi un ritorno alla semplicità. Queste scelte si rivelano alla fine quelle più felici, perché non bisogna dimenticare che nostro figlio porterà con sé, per tutta la vita, il nome che abbiamo scelto per lui.


Nomi per bambini ispirati ai campioni olimpici



Anzitutto dovremmo considerare che il nome dovrebbe legarsi in modo armonioso con il cognome, in modo che insieme i due suoni “stiano bene”, e ciò è un po' difficile da ottenere se associamo ad un cognome italiano un nome che appartiene ad una lingua diversa. Dal punto di vista pratico, la scelta di un nome straniero, oltre alla fatica di dover specificare ogni volta grafia e pronuncia quando si devono fare i conti con questioni amministrative e burocratiche, può determinare il rischio che si verifichino errori nella compilazione dei documenti, codice fiscale etc. Anche per questo motivo è meglio evitare di convertirsi alle mode del momento scegliendo nomi del genere, magari difficili da pronunciare per cui nostro figlio sarà costretto a fare lo “spelling” in migliaia di occasioni nella vita, o nomi altisonanti per cui possa essere preso in giro dai compagni di scuola durante l'infanzia e l'adolescenza.

Non dimentichiamo che i bambini e i ragazzi sanno essere molto crudeli in determinate occasioni perciò è importante cercare di evitare che il nome diventi motivo di disagio per nostro figlio. In questi casi la scelta del nome può avere indirettamente degli effetti di natura psicologica che non giovano allo sviluppo della personalità del bambino e che possono influenzare negativamente la sua vita di relazione. In altri termini se scegliamo un nome particolare o bizzarro corriamo il rischio di mettere in difficoltà nostro figlio, che sarà costretto a portare per tutta la vita un nome “difficile”.

Beatrice Spinelli


gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0