gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Save the Children: emergenza Nepal ad un mese dal terremoto

/pictures/20150526/save-the-children-emergenza-nepal-ad-un-mese-dal-terremoto-2103711169[5953]x[2478]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Save the Children lancia un appello per sostenere il Nepal: a un mese dal terremoto 92.900 donne incinte sono a rischio per salute e parto e migliaia i neonati esposti a malattie

Save the Children per Nepal

E' trascorso un mese dal terremoto che ha causato circa 8.500 vittime in Nepal, Save the Children, l’organizzazione che dal 1919 lavora per tutelare i diritti dei bambini, lancia l’allarme sulle migliaia di neonati che rischiano la morte per malattie curabili.

Si segnala inoltre un numero molto alto di donne incinte che vivono in condizioni drammatiche e l'arrivo imminente dei monsoni potranno aumentare la diffusione di malattie, in particolare si teme il colera.

gpt native-middle-foglia-famiglia


Nelle zone più colpite dal terremoto il  il 73% delle strutture sanitarie che danno assistenza alla maternità sono state danneggiate o distrutte, queste donne quindi non avranno la possibilità di accedere all'assistenza neonatale e postnatale.

A questo proposito ecco le dichiarazioni della dott.ssa Louisa Baxter, coordinatore sanitario per gli interventi di emergenza di Save the Children in Nepal:

I primi giorni di vita di un bambino sono cruciali e sono quelli in cui i bambini sono più vulnerabili. Cose semplici, come non avere un equipaggiamento sterile per tagliare il cordone ombelicale, o non avere un luogo asciutto e pulito dove dormire, possono essere mortali per un neonato. È passato un mese dal terremoto in Nepal: fare in modo che le madri abbiano un posto sicuro per partorire e dove portare i loro bambini appena nati, deve essere una priorità

Ad oggi gli interventi di Save the Children hanno raggiunto 127.531 persone fornendo vari servizi primari:

  • Distribuzione di kit nascita per i neonati alle neo mamme e di kit di supporto al parto
  •  Assistenza sanitaria attraverso cliniche mobili
  • Distribuzione di teloni per l’allestimento di rifugi e di coperte, distribuzione di cibo, kit per l'igiene e set per cucinare
  • Ripristino dei sistemi per la distribuzione dell’acqua e dei servizi igienici danneggiati dal terremoto
  • Allestimento di classi scolastiche temporanee e Spazi a Misura di Bambino, per facilitare la ripresa delle attività per i bambini aiutandoli a superare lo shock del terremoto

Come sostenere Save th Children

Per contribuire visita la pagina  Save the Children. Esempi di impiego delle singole donazioni:

  • € 7 si può donare una tanica per trasportare e conservare acqua pulita
  • € 14 si può donare un kit igienico che include beni primari  per l'igiene personale
  • € 28 si possono donare materiali per la costruzione di un rifugio temporaneo
  • € 35 si può donare un kit da cucina
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0