gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Terremoto in Nepal: network solidale

/pictures/20150427/terremoto-in-nepal-network-solidale-387518989[4201]x[1749]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Il 25 aprile Il Nepal è stato colpito da un terribile terremoto che ha distrutto centinaia di edifici e alcuni dei templi più antichi del paese provocando la morte di oltre 3000 persone. Le associazioni umanitarie si sono attivate tempestivamente per gli aiuti

Nepal: terremoto 2015

Il 25 aprile la terra del Nepal ha tremato in un modo mai visto prima: una prima fortissima scossa di magnitudo 7.8 alla quale hanno fatto seguito almeno altre 13 scosse minori ma comunque rilevanti. L’epicentro è stato individuato a circa 80 km dalla capitale, Katmandu, centinai gli edifici distrutti, tra i quali antichi templi, patrimonio dell’UNESCO .

Un sisma fortissimo che lasciato dietro di sé morte e distruzione, il numero delle vittime non è stato ancora accertato ma si parla di oltre 3000 morti. Le associazioni umanitarie si sono attivate immediatamente per dare il supporto necessario a questo paese messo in ginocchio da questa catastrofe, ecco tutte le iniziative di solidarietà per aiutare il Nepal.

Unicef

L’Unicef sì è subito attivata con il suo staff presente in Nepal e si sta adoperando per il sostegno attraverso la distribuzione di beni di prima necessità: acqua, alimenti e anche coperte, tende e forniture mediche.

Inoltre per l’emergenza, UNICEF e WFP Italia hanno lanciato un numero solidale per donare 1 euro da rete mobile e 2 euro da rete fissa.

È possibile donare con un SMS al 45596 da cellulare TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile e CoopVoce o chiamata allo stesso numero da rete fissa da Telecom Italia, Fastweb, Vodafone e TWT. 

Medici senza frontiere

Diverse equipe mediche sono partite per il Nepal per dare supporto agli ospedali letteralmente sommersi dall’emergenza ma non solo, porteranno anche assistenza medica con una sala operatoria mobile nelle zone colpite più isolate.

Save the children

Anche Save the children  ha risposto immediatamente alla richiesta di aiuto del Nepal predisponendo dei pacchetti di donazione: Con 15 dollari si può provvedere a un kit di igiene per una famiglia, con poco più di 30 dollari si può finanziare un kit per cucinare cibo in condizioni igieniche sufficienti a evitare il diffondersi di gravi epidemie come il colera, che in queste situazioni di emergenza rappresentano un altissimo rischio.

Agire

Sono quattro le Ong del network solidale AGIRE  che si sono attivate immediatamente dopo la tragedia: Actionaid, CESVI, Oxfam, Sos Villaggi dei Bambini. Obiettivo comune: rispondere ai bisogni primari delle vittime del terremoto: acqua, cibo, ripari per le famiglie che hanno perso la casa e supporto sanitario per i feriti.

Caritas

ECCO COME AIUTARE

Per sostenere gli interventi in corso, si possono inviare offerte a Caritas Italiana, via Aurelia 796 – 00165 Roma, tramite C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Asia/terremoto Nepal” e tramite queste modalità online.

Onlus Noi Briciole

L'associazione Noi, briciole Onlus che dal 2002 sostiene progetti in favore dell'infanzia disagiata in italia e all'estero, sempre pronta ad intervenire nelle emergenze umanitarie, ha aperto la causale "Terremoto Nepal" a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Per donare il proprio contributo questi i riferimenti:

bollettino postale n. 89101208 oppure iban per bonifico: IT 29 W 07601 03200 000089101208

Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:

  • UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
  • Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
  • Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
  • Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113

Link utili per le donazioni:

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0