gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Ragazze masai: mai più circoncisione

/pictures/20150828/ragazze-masai-mai-piu-circoncisione-2614011851[2530]x[1053]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Il 28 agosto si celebra il più grande Rito di Passaggio Alternativo a Loitokitok, in Kenya che mette fine al rituale della circoncisione delle giovani ragazze

Infibulazione ragazze masai

Si svolgerà in Kenya, a Loitokitok, il più grande Rito di Passaggio Alternativo  che coinvolgerà  più di 1.200 ragazze masaai che festeggeranno il loro passaggio all'età adulta senza il terribile rituale dell'infibulazione, la mutilazione genitale, cui per tradizione, in Kenya come in molti altri Paesi dell'Africa, tutte le bambine vengono sottoposte per sancire la fine dell'infanzia.

Questo evento è un importante atto di denuncia originale ed efficace contro le mutilazioni genitali femminili, promosso e sostenuto da Amref per il terzo anno consecutivo, in Kenya e Tanzania.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Si tratta di una cerimonia alternativa,  il rituale che i masaai si tramandano da anni non è stato modificato, se non appunto nell'eliminazione della mutilazione cui venivano sottoposte bambine e ragazze. Rimane un momento di festa, colorato ma il "taglio" è abolito. Nei tre giorni che precedono la celebrazione finale, le ragazze ricevono lezioni di educazione alla sessualità, sensibilizzazione su HIV/AIDS e diritti umani. Alla cerimonia partecipano anche leader culturali e ragazze da diverse aree del Kenya e dalla Tanzania per dare il loro sostegno all'iniziativa.

Sessualità negata: l’infibulazione

Le mutilazioni genitali femminili restano ancora un problema enorme. Si rende necessario mobilitare persone influenti delle comunità, come gli anziani e i guerrieri masaai, per riuscire a far arrivare questa denuncia al di là del Kenya. Mostrando che un'alternativa esiste, come ha fatto Nice, operatrice Amref che è riuscita a sfuggire dalle mutilazioni e oggi lavora nella promozione dei Riti Alternatvi.

Sono oltre 7.000 le ragazze che da tre anni hanno partecipato ai Riti di Passaggio Alternativi di Amref. Continuano la loro vita: vanno a scuola e si sposano più tardi rispetto alle ragazze che hanno subito le mutilazioni. Un grande successo, che si diffonde gradualmente nelle regioni vicine.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0