gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

6 bambini su 10 navigano in rete da soli

Nove bambini su 10 navigano regolarmente su Internet, ma la maggior parte lo fa senza nessun controllo

Oggi è il Safer Internet Day: una giornata che, come spiega Vincenzo Spadafora, Garante per l’infanzia e l’adolescenza, serve a ricordare  che "la Rete è un’opportunità, un universo sconfinato, non definibile. Con mille potenzialità positive, ma anche pericoli".

9 bambini su 10 navigano regolarmente su Internet, ma ben 6 su 10 lo fanno senza alcun controllo da parte degli adulti. E se solo uno su dieci si collega alla Rete per studiare e fare ricerche, uno su quattro la fa per chattare e sei su dieci si scambiano foto e video hot.
 
I dati sono il risultato di uno studio condotto da Tonino Cantelmi, professore di Psicologia dello sviluppo e dell'educazione presso l'Università Lumsa, su un campione di mille ragazzi.
 

Bambini, internet e mondo virtuale, dov'è il limite?


Si tratta di dati sui quali riflettere e dai quali partire per una nuova formazione dei genitori allo strumento Internet e per difendere i ragazzi dall'uso scorretto di questo potente e prezioso mezzo.

Con questo obiettivo sta per partire il progetto «Per un web sicuro», promosso dal Moige (Movimento italiano genitori), TrendMicro e Cisco, in collaborazione con Google Italy e Polizia postale e delle comunicazioni.


Cosa fare se si scopre un sito pedo-pornografico in rete


Obiettivo: sensibilizzare oltre 40.000 persone tra ragazzi, genitori, nonni e docenti su un uso corretto e responsabile della rete.

Non tutti i ragazzi sono destinati ad imbattersi in qualche pericolo in Rete, ma indubbiamente alcuni comportamenti sono fortemente a rischio. Ciò che più preoccupa, ad esempio, è il fenomeno crescente del sexting: cioè lo scambio di foto e video hot. Un fenomeno allarmante perchè, come spiega Maria Rita Munizzi, presidente del Moige, "al di là delle considerazioni morali, diventa spesso l'anticamera del "cyberbullismo".

bambini-internet-rischi


Nel rapporto del MOIGE leggiamo infatti che 6 ragazzi su 10 si divertono a scambiarsi foto e video hot in rete. I mittenti sono soprattutto amici (38,6%),  i partner (circa 27%), gli sconosciuti (22,7%). E sei ragazzini su 10 almeno una volta hanno usato foto o video per prendere in giro qualcuno, mentre uno su 5 dichiara di farlo spesso.

Antonio Apruzzese, direttore del Servizio Polizia postale e delle comunicazioni, avverte: "una "fesseria" fatta sul web è ben diversa da una fatta, ad esempio, nell'ambito della classe: la rete dà l'illusione di poter fare qualunque cosa nascondendo la mano. Invece fare una 'fesserià sul web vuol dire farla al livello mondiale, e spinge anche a ricercare la mano che c'è dietro".

Fonte MOIGE
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0