gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Un papà gay americano scrive alla figlia

/pictures/20150630/un-papa-gay-americano-scrive-alla-figlia-3003095484[2626]x[1096]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Gli Stati Uniti legalizzano i matrimoni gay. Un papà omosessuale spiega alla figlia perché questa sentenza è così importante

Matrimoni gay in America

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha legalizzato i matrimoni gay in tutti gli Stati dell’Unione. Fino a qualche giorno fa i matrimoni omosessuali erano esplicitamente vietati in 13 Stati, ma i giudici hanno stabilito con una storica sentenza che le nozze gay sono un diritto sancito dalla Costituzione.

Cosa significa questo per le coppie ed i genitori gay? Lo spiega bene David Valdes Greenwood, blogger e scrittore, che anni fa si è sposato con il proprio compagno in Massachusetts (dove il matrimonio tra persone dello stesso sesso era già legale) e ha una figlia.

La sua lettera pubblicata sull’Huffington Post è un inno all’amore e alla libertà. David scrive direttamente a sua figlia che è ben consapevole che i suoi due papà sono sposati, ma non tutti gli Stati riconoscevano questo matrimonio, sa quanto è stato difficile per i suoi genitori essere accolti dalla famiglia e dalla società, essere riconosciuti ed accettati per i propri sentimenti e per ciò che sono.

gpt native-middle-foglia-famiglia

I figli delle coppie che si sono sposate negli Stati dove il matrimonio omosessuale è legale sono cresciuti in un contesto sociale che accetta queste unioni, dove probabilmente gran parte dei concittadini accetta questa realtà. Questi figli possono solo immaginare cosa significhi essere maltrattati, molestati, perseguitati per la propria omosessualità.

Eppure, spiega David, questa storica sentenza è importante non solo per le coppie gay, ma anche per questi bambini.

Non credo che tutte le persone dovrebbero sposarsi o che il diritto al matrimonio sia più importante di altri grandi diritti garantiti nella nostra società. Ma quel che so è che escludere alcune persone da un grande diritto significa escludere l’intera cittadinanza. E quindi anche te, semplicemente perché sei nostra figlia. Ogni giorno in cui la qualità del nostro amore coniugale e genitoriale è stata giudicata inferiore a quella presente nelle famiglie dei tuoi amici, figli di coppie eterosessuali, è stato un altro giorno in cui l’America ha svalutato la nostra famiglia

scrive David, che racconta di aver pianto quando il notiziario ha reso noto che i giudici della Corte Suprema hanno sancito il diritto delle coppie gay a sposarsi in tutta l’America per “uguale dignità agli occhi della legge”.

Oggi i tuoi papà non sono sposati solo in Massachusetts, sono sposati in tutta l’America

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0