gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

La Cassazione difende i genitori omosessuali

Una recente sentenza stabilisce che un bambino può crescere bene anche in una famiglia con genitori gay

La Corte di Cassazione difende i diritti delle coppie omosessuali e stabilisce che non ci sono prove che lo sviluppo di un bambino possa essere compromesso dal fatto di crescere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale (LEGGI).

La notizia è di pochi giorni fa e ha scatenato un mare di polemiche, ma anche di applausi.


LEGGI ANCHE: Essere genitori omosessuali, come crescono i figli?


Questi i fatti.

Un uomo di religione islamica aveva presentato ricorso contro la decisione della Corte d'Appello di Brescia di concedere l'affido esclusivo del proprio figlio alla madre, ex tossicodipendente e convivente con la propria compagna, ex educatrice della comunità di recupero alla quale la donna si era rivolta per uscire dal tunnel della droga.
L'uomo, a sostegno del suo ricorso, aveva anche fatto riferimento all'articolo 29 della Costituzione sui "diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio".

Nel luglio 2011, però, il ricorso dell'uomo era stato respinto dal Tribunale e allora è stata chiamata la Prima sezione civile della Corte di Cassazione, presieduta da Maria Gabriella Luccioli, che al termine del dibattimento ha confermato quanto stabilito dalla Corte di Appello e ha confermato l'affido alla madre.

Il motivo?
Secondo quanto si legge nella sentenza numero 601, credere che "sia dannoso per l'equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale" è solo un pregiudizio (LEGGI), e "non sono poste certezze scientifiche o dati di esperienza, bensì il mero pregiudizio che sia dannoso per l'equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale".


LEGGI ANCHE: Coppie gay, in Italia potranno mai sposarsi?


In altre parole, non ci sono al momento studi o altri dati empirici che confermino che crescere in un contesto familiare omosessuale pregiudichi in qualche modo l'equilibrato e armonico sviluppo del bambino (LEGGI).

E quindi, "si dà per scontato ciò che invece è da dimostrare, ossia la dannosità di quel contesto familiare per il bambino, che comunque correttamente la Corte d'appello ha preteso fosse specificamente argomentata".

Soddisfatta l'Arcigay che parla di sentenza storica, che mette finalmente un freno alle discriminazioni di legge che vengono commesse ai danni di migliaia di figli di coppie omosessuali.

Immediata la critica della Chiesa.


gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0