gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Imu e famiglie. Cosa cambierà? Le proposte dei partiti

Tra le tasse più discusse e che più hanno pesato sui portafogli delle famiglie italiane c'è sicuramente quella dell'Imu. Ecco le proposte dei partiti per la tanto attesa riforma

Tra le tasse più discusse e che più hanno pesato sui portafogli delle famiglie italiane c'è sicuramente l'Imu. La tanto attesa riforma sta per arrivare e si dividerebbe in due fasi: lo sgravio sulla prima casa già dal 2013 e poi il completamento della riforma immobiliare a partire dal 2014.


LEGGI ANCHE: In arrivo la social card per le famiglie in difficoltà



Nel frattempo i principali due partiti di maggioranza stanno vagliando le diverse proposte, per far quadrare i conti,
che presenteranno a breve negli incontri con il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni. Per il Pd bisognerebbe esentare le famiglie e far pagare l'Imu a chi vive in case considerate di lusso. Ma come individuare i contribuenti più ricchi? Forse meglio puntare sull'Isee (l’indicatore di situazione economica equivalente) si dice nel Pd. L’intervento sarebbe articolato con detrazioni variabili tra 600 euro per un reddito Isee inferiore a 5.000 euro, che scenderebbero a 250 euro nel caso di un Isee superiore ai 20.000. Il costo dell’operazione sarebbe di 2,9 miliardi contro i 4 miliardi necessari per coprire l’abolizione dell’imposta. In alternativa: agganciare la rendita catastale ai valori dell’Osservatorio del mercato immobiliare (Omi) dell’Agenzia delle Entrate.



LEGGI ANCHE: Assegno di maternità 2013 da stato e comuni per le mamme



L'approccio del Pdl punta invece su una revisione organica dell'Imu. Il pacchetto Brunetta sembra prevedere l'esenzione per la prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali all'attività agricola.

imu-cosa-cambiera-proposte-partiti_1


Per Scelta Civica invece, il gruppo guidato da Mario Monti, è opportuno un aumento della detrazione fissa sulla prima casa da 200 a 400 euro, e per i figli a carico da 50 a 100 euro. Con un costo totale di 2, 2 miliardi di euro

gpt native-middle-foglia-famiglia


gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0