gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Il bullismo corre in Rete, come difendere i ragazzi

/pictures/20160208/il-bullismo-corre-in-rete-come-difendere-i-ragazzi-3091215032[1646]x[687]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

La Giornata Mondiale per la sicurezza in Rete 2016 si celebra il 9 febbraio. Lo scopo è insegnare ai ragazzi a fare un uso consapevole e sicuro della Rete

Giornata Mondiale per la sicurezza in Rete 2016

Il 9 febbraio in 100 Paesi del mondo si celebra in contemporanea il Safer Internet Day, la Giornata Mondiale per la sicurezza in Rete 2016 organizzato dal Safer Internet Centre italiano (coordinato dal MIUR). Si tratta di una importante iniziativa promossa, tra gli altri, dalla Polizia Postale con lo scopo di educare soprattutto i ragazzi ad un uso responsabile della Rete e aumentare il grado di informazione e sensibilità nei confronti dei rischi legati ad un uso scorretto dei social network e di Internet.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Iniziative fondamentali di questi tempi. I dati mostrano un crescente aumento delle denunce per truffe, estorsioni, furto di identità, pedopornografia ma soprattutto di cyberbullismo, un fenomeno che viene favorito dall'uso sconsiderato e poco consapevole dei propri dati personali, delle immagini, delle informazioni sensibili.

Giornata Mondiale per la Sicurezza in rete 2016, il tema

Quest'anno lo slogan è “Play your part for a better internet" (Gioca la tua parte per un internet migliore), un invito a tutti, giovani e adulti, per impegnarsi a dare il proprio contributo affinché la Rete diventi un luogo positivo e costruttivo.
L'anno scorso alle iniziative organizzate nell’ambito del progetto Generazioni Connesse hanno partecipato1.300 istituzioni scolastiche e mezzo  milione di studenti ed è attiva una linea di ascolto (1.96.96),  in collaborazione col SOS Il Telefono Azzurro.

Sul sito Generazioni Connesse sono poi disponibili molti materiali che restano a disposizione dei ragazzi, dei docenti, ma anche delle famiglie.

Giornata Mondiale per la Sicurezza in rete 2016, le iniziative in Italia

Nelle scuole di 100 capoluoghi di provincia la Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, ha organizzato workshop sul tema del cyberbullismo. Gli esperti incontreranno più di 60mila ragazzi  nell'ambito del progetto “Una vita da social”, che si inserisce nell'ambito della campagna Generazioni Connesse. Lo scopo è soprattutto quello di insegnare le regole per navigare in sicurezza e gestire al meglio la condivisione dei propri dati personali.

La formazione sui temi della sicurezza e dell'uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della polizia e la collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, della Università e della Ricerca è assolutamente determinante", si legge in una nota del Viminale. L'attività di educazione e sensibilizzazione deve partire soprattutto dagli adulti – genitori ed insegnanti ad esempio – che sembra siano i meno consapevoli dell'importanza di informare i figli sulle modalità di utilizzo consapevole della Rete e dei social.

Internet sta diventando una droga anche per i più piccoli?

Lo ha ribadito in una conferenza stampa anche Nunzia Ciardi, dirigente del compartimento della polizia postale delle comunicazioni di Roma, che ha precisato che oggi i ragazzi vivono sempre più nella Rete, dove studiano, conoscono, mantengono relazioni, ascoltano musica

Prevenzione e formazione sono i mezzi che noi mettiamo a disposizione per far sì che i ragazzi imparino a navigare in sicurezza, Per esempio imparando a coniugare in modo efficace le sane dinamiche di relazione ed espressione di sé con la tutela della privacy  propria e degli altri

E il Ministero dell'Istruzione è in prima linea in queste attività e nella lotta contro il cyberbullismo. Il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini ha presentato lo spot istituzionale che verrà trasmesso sui canali Rai, Mediaset e Sky.

Al Teatro Palladium di Roma dalle 9.30 alle 13.00 più di 400 studenti incontreranno i Super Error del Web in uno spettacolo interattivo. Sette personaggi, Chat Woman, l'Incredibile Url, l'Uomo Taggo, la Ragazza Visibile, Silver Selfie, Tempestatae Il Postatore Nero, che incarnano i comuni errori che i ragazzi fanno quando navigano da soli su Internet.

A Milano presso il Piccolo Teatro Strehler, alle 9.15 appuntamento con un workshop rivolto alle scuole secondarie di II grado che si inserisce tra le tappe del tour nazionale "SCELGO IO!", curato dall’associazione Cuore e Parole Onlus, a supporto della Campagna dei Super Errori di Generazioni Connesse.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0