gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

In India un giornale scritto dai bambini di strada

/pictures/20141030/in-india-un-giornale-scritto-dai-bambini-di-strada-1024201854[3271]x[1365]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Si chiama Balaknama ed è un giornale scritto dai bambini di strada per i bambini di strada

BAMBINI DI STRADA - Si chiama Balaknama ed è il primo giornale al mondo scritto dai bambini di strada per i bambini di strada. Accade a Nuova Delhi dove ben mezzo milione di bambini vive per strada, in condizione di grande povertà.

Vocativ Chandni ha solo sedici anni ed è la caporedattrice del giornale. Racconta di aver realizzato un sogno, quello di scrivere e riuscire a dare voce ai tanti bambini di strada della città.

Nella società indiana divisa per caste la voce di questi bambini, invisibili e intoccabili, resta praticamente inascoltata.

Il giornale è scritto dai bambini di strada, con l'aiuto di alcuni reporter. C'è Shambhu, 14 anni, che di giorno lava le auto, di notte lavora in un albergo e ha coronato il sogno di veder pubblicati i suoi articoli su un giornale; c'è Jyothi che raccoglie la spazzatura per strada e poi c'è Chandni che ha il compito di selezionare gli articoli che arrivano da ogni dove e decidere quali storie vanno pubblicate.

Solo la metà della popolazione delle baraccopoli di Nuova Delhi è alfabetizzata e Balaknama gode di grande popolarità: si calcola che lo leggano decine di migliaia di persone Costa una rupia, meno di un penny.

Bambini italiani sempre più poveri

Le notizie sono varie. Alcune raccontano di buone azioni fatte dai ragazzi di strada, altre si focalizzano sulla realtà di tutti i giorni e affrontano temi scottanti, come il matrimonio precoce, la brutalità della polizia e l'uso della droga, così come i maltrattamenti verbali, fisici e talvolta sessuali che riflettono la vita dei piccoli redattori.

I giornalisti di Balaknama non ricevono alcun compenso per i loro articoli ma gli vengono rimborsate le spese di viaggio e tutto ciò che serve per coprire la storia da un'organizzazione non governativa chiamata Chetna-ONG che copre anche i costi di produzione del giornale. Inoltre l'organizzazione fornisce istruzione e formazione a questi giornalisti alle prime armi.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0