gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Genitori invadenti: un problema educativo

Un padre aggredisce l'arbitro diciassettenne della partita del figlio. Il ragazzo si scusa in lacrime. Ecco cosa accade quando i genitori sono troppo invadenti

GENITORI INVADENTI - La notizia ha campeggiato su tutti i media pochi giorni fa.

A Montesano salentino, in Puglia, durante una partita di calcio under 14 il padre di un giovane giocatore ha aggredito l'arbitro diciassettenne. Il figlio in lacrime in campo ha chiesto scusa per quanto successo.

Una mortificazione per questo ragazzino, un'umiliazione che difficilmente dimenticherà e che rappresenta un chiaro indice di una caratteristica dei nostri tempi: l'invadenza dei genitori nella vita dei figli.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Ne parla Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di neuroscienze dell'ospedale Fatebenefratelli di Milano, che spiega:

Vergognarsi del proprio padre, di una figura che nonostante tutto si ammira e si ama, è per un figlio l'amarezza più grande. Una di quelle cose che lasciano dentro l'anima una cicatrice profonda, un'umiliazione che non si dimentica

L'esperto non usa mezzi termini: spesso i padri di oggi sono assenti e quando sono presenti sono infantili e invadenti, danno un pessimo esempio.

Questa tipologia di padri offre la rappresentazione di un padre che vuole vivere la vita del figlio, non sapendone rispettare i limiti né attrezzandolo a tollerare frustrazioni e ingiustizie. Se anche un'ingiustizia ci fosse stata nella decisione aribitrale, infatti, il compito del genitore sarebbe dovuto essere insegnare che anche un torto subito fa parte della vita. Che bisogna imparare a farci i conti, a elaborarlo e a superarlo

Assistiamo, insomma, ad una crescente e diffusa incapacità di ricoprire il ruolo di genitore.

L'assenza dei genitori nell'educazione dei figli

I genitori spesso non riescono a stabilire un'alleanza costruttiva con chi ha il compito di educare i loro figli. Lo si vede a scuola, dove sempre più spesso leggiamo di insegnanti aggrediti dai genitori o della oggettiva difficoltà da parte degli educatori di mantenere regole e autorevolezza proprio perchè queste non vengono riconosciute prima di tutto dai genitori degli allievi.

E lo vediamo nello sport e in ogni altro aspetto della quotidianità del bambino: i genitori sono alla ricerca di un bambino perfetto, eccellente in qualsiasi situazione e crescono bambini viziati, incapaci di aderire alle regole comuni, di riconoscere i confini e di capire che invece del trionfo del singolo è più utile quello della squadra.

In tal modo questi genitori non solo isolano il figlio, ma ne accrescono la debolezza e lo incentivano a non tollerare limiti e delusioni

avverte Mencacci che lancia un messaggio ai genitori:

Non invadete vita dei vostri figli, non fateli vergognare di voi. Insegnate loro, con l'esempio, che esistono dei confini e che questi confini vanno rispettati

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0