gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

“Fermami prima” : la raccolta fondi della Comunità San Patrignano

/pictures/20160222/fermami-prima-la-raccolta-fondi-della-comunita-san-patrignano-3271263982[3414]x[1419]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

"Fermami prima", la campagna per aiutare San Patrignano a “combattere la cultura dello sballo”. Si può inviare un SMS solidale al numero 45507, attivo da domenica 21 febbraio a domenica 13 marzo

"Fermami prima"

“Fermami prima” è il titolo della campagna di raccolta fondi portata avanti dalla Comunità San Patrignano per prevenire l'uso di sostanze stupefacenti e i comportamenti a rischio, nonché per contrastare il disagio giovanile.

La campagna “Fermami prima”

Per aiutare San Patrignano a “combattere la cultura dello sballo” si può inviare un SMS solidale al numero 45507 (per donare 2 euro, o chiamare da rete fissa per donare 2 o 5 euro) attivo da domenica 21 febbraio a domenica 13 marzo: le risorse raccolte verranno destinate a finanziare e sostenere molteplici attività di prevenzione delle dipendenze in tutta Italia nell'ambito del progetto WeFree, un'iniziativa attiva dal 2002 che ogni anno raggiunge 50mila ragazzi.

Il progetto si snoda attraverso numerose attività:

  • Dibattiti peer to peer
  • spettacoli teatrali in format originali
  • incontri nelle scuole che vedono protagonisti i tanti ragazzi che hanno intrapreso con successo un percorso di recupero presso la Comunità
  • i WeFree Days, manifestazione inaugurale del progetto che si svolge ogni anno ad ottobre a San Patrignano
  • le visite presso la Comunità, grazie alle quali gli studenti e i loro insegnanti possono visitarla
  • il sito www.wefree.it, che consente di mantenere aperto un dialogo costante con tutti i ragazzi che durante l'anno animano le attività di prevenzione.

Sosterranno la campagna le emittenti televisive Mediaset (sulle cui reti la campagna sarà ospitata dal 21 al 28 febbraio), Rai (dal 29 febbraio al 6 marzo), La7 (dal 27 febbraio all’11 marzo) Sky (dal 28 febbraio al 13 marzo), le reti sul digitale terrestre di Discovery Channel, San Marino Rtv, le tv areali di AssistGroup e tante emittenti locali. Fra le radio a sostegno della campagna RTL102,5 e molte altre.

Sarà, inoltre, possibile donare 2 euro presso le casse dell'Iper­la grande I (dal 1 al 31 marzo 2016) e McArthurGlen Serravalle Designer Outlet veicolerà la campagna raccolta fondi all’interno del suo centro.

La Comunità di San Patrignano

Dal 1978 è un punto di riferimento per i ragazzi con problemi di tossicodipendenza e disagio sociale. Oltre 25mila quelli ospitati dalla sua nascita (1300 quelli presenti attualmente, con una percentuale di recupero del 72%), tutti accolti in maniera completamente gratuita. Tante le storie di ragazzi che si erano perduti a causa dell'uso di sostanze e che proprio sulle colline riminesi hanno trovato accoglienza, una casa, assistenza legale e sanitaria, formazione e possibilità di trovare un lavoro. Molti ragazzi hanno interrotto la scuola a causa della loro condizione di disagio e proprio presso la Comunità sono riusciti a riprendere gli studi, a concluderli e ad avviare un percorso lavorativo qualificato. Grazie alle numerose attività i ragazzi “possono confrontarsi, una volta concluso il programma educativo, con quel mondo da cui sono arrivati sconfitti e a cui tornano da uomini liberi e responsabili, per reinserirsi a pieno titolo nella società”.

Ma molto San Patrignano fa anche sul fronte della prevenzione, raggiungendo ogni anno migliaia di studenti in tutta Italia per sensibilizzarli sui rischi e i pericoli delle abitudini di vita dannose e sull'uso di sostanze. I finanziamenti pubblici dedicati alla prevenzioni sono sempre più ridotti e quindi è necessario promuovere le attività e sostenere l'impegno di San Patrignano in favore della prevenzione con una costante ricerca di fondi provenienti da soggetti privati.

Info e approfondimenti:

Spot "Fermami prima"

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0