gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Famiglia di Ivrea va in Africa per un cammino neocatecumenale

Marito e moglie abbandonano lavoro e casa e decidono di partire per l'Africa insieme ai cinque figli per un Cammino neocatecumenale

Diffondere la parola di Dio (LEGGI). Una frase che associamo nel nostro immaginario soprattutto ai sacerdoti o alle suore che in tutto il mondo si fanno promotori di progetti a sostegno di comunità lontane, ubicate negli angoli più remoti della Terra.
E invece anche i laici possono fare scelte radicali, non immediatamente comprensibili.


LEGGI ANCHE: Mantova, all'asilo solo se sei di religione cristiana


E' il caso di una famiglia di Ivrea, composta da madre, padre e cinque figli di età compresa tra i 2 e i 12 anni, che ha deciso di abbandonare tutto - lavoro- affetti, casa e scuole - per andare in Sudafrica per diffondere la buona notizia cristiana (il Kerigma) e per intraprendere un nuovo e radicale Cammino neocatecumenale.

Andrea, pubblicitario, ed Erica, psicologa, marito e moglie di 39 anni fanno parte di una comunità neocatecumenale che sostiene e prepara un numero sempre crescente di famiglie a partire per Paesi lontani, in Asia o in Africa, ma anche in zone più vicine come Francia e Svezia, per preservare la fede minacciata dai nuovi stili di vita.


LEGGI ANCHE:
Viaggi all'estero in tutta sicurezza


La decisione di partire per una missione di evangelizzazione in Sudafrica è solo l'apice di un lungo cammino intrapreso dai due coniugi. Nel 2005 proprio la fede cristiana li ha aiutati a superare una difficile crisi matrimoniale (LEGGI) che si è dissolta e dopo la quale sono venuti altri tre figli e la decisione di puntare tutto sulla famiglia, come verità per l'essere umano.

famiglia-cammino-neocatecumenale


L'idea di partire ha cominciato a  serpeggiare nella loro mente e nel loro cuore due anni fa, ma Andrea non è nuovo a questo tipo di stile di vita visto che tra i 9 e i 15 anni ha vissuto in Sudafrica insieme ai genitori, anch'essi coinvolti in un Cammino neocatecumenale che ancora oggi si trovano in Burkina Faso.
La scelta di Città del Capo come destinazione è stata una sorta di chiamata divina, visto che la decisione spetta all’equipe nazionale del Cammino.

Oggi la coppia è pronta a partire per l'Africa, portando con sè i cinque figli di età diverse, e sceglieranno una nuova casa e nuove scuole per i bambini. Una volta arrivati si uniranno alle altre circa mille famiglie sparse in tutto il mondo e che attualmente sono impegnate nel Cammino.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0