gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Educare i genitori per educare i bambini

I bambini sono sempre più dei piccoli adulti. Una tendenza sbagliata alla quale bisogna porre rimedio, partendo dai genitori

In Italia si sta assistendo ad una preoccupante carenza educativa. Stiamo assistendo alla trasformazione dei genitori in adulti infantilizzati e dei figli in bambini adultizzati.


Bambini tirannici, la colpa è dei genitori


L'allarme viene da psicologici e puericultori che non hanno dubbi: i bambini vengono esibiti come trofei, coinvolti in faccende da grandi per le quali non sono pronti, vengono privati della loro ingenuità e della loro libertà di essere semplicemente bambini, sono sempre più al centro della vita dei genitori, caricati di attenzioni esagerate e aspettative che sono troppo pesanti per le loro spalle.

Invece sono "bambini e basta" e bisognerebbe ricordarselo e cambiare abitudini sbagliate, ma ormai purtroppo consolidate.


Non ci sono bambini cattivi, ma solo cattivi educatori


A fare il punto nel suo ultimo libro "Bambini e basta" è la psicologa Irene Bernardini che nel libro ha raccolto una serie di esperienze che hanno come comune denominatore il fatto che troppo spesso dimentichiamo che gli adulti siamo noi e che loro sono semplicemente bambini. E hanno tutto il diritto di essere riconosciuti per questo. Vanno tutelati, guidati, anche con qualche NO, perchè altrimenti non saranno mai in grado di gestire le frustrazioni e diventeranno adulti tiranni, immaturi, genitori infantilizzati a loro volta.

bambini-tirannici-genitori-narcisi


Invece, spiega l'esperta ormai i genitori di oggi ("genitori narcisi", sottolinea la Bernardini) sono pieni di ansie che scaricano sulle fragili spalle del figlio, nel bisogno incontrollato di renderlo il prima possibile autonomo, responsabile, perfetto, bravissimo in ogni cosa e con un'agenda settimanale fitta al punto da non lasciare spazio al gioco.

Mai dimenticare che i bambini, per quanto possano sembrarci maturi e intelligenti, non hanno ancora sviluppato la capacità di elaborare nel modo corretto le emozioni e gli affetti.
Siamo noi gli adulti: dovremmo imparare a sviluppare questa capacità noi per primi.

fonte: ansa.it
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0