gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Consigli per scegliere il nome del neonato dalla a alla z

/pictures/20150417/come-scegliere-il-nome-del-bambino-1598315013[4454]x[1857]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Consigli per scegliere il nome del neonato

Consigli per scegliere il nome del neonato

Quando si è bambini, soprattutto le femminucce, si ha un nome preferito che si sogna, un giorno, di dare al proprio figlio o figlia.

Eppure quando si scopre di aspettare un bambino quel nome, che era sembrato per tanti anni quello preferito, il migliore, il più bello, comincia a perdere la sua magia surclassato da nomi diversi.

Tutto normale. Quando si aspetta un bebè uno dei momenti più magici da condividere con il futuro papà è quello della scelta del nome. Intere serata passate a chiacchierare su come sarà e su come si chiamerà, a leggere libri dei nomi, a cercare i significati.

E proprio ai genitori che adesso sono impegnati a cercare il nome perfetto per il loro bambino ecco qualche consiglio.

Come partire nella scelta del nome del bebè?

Ci sono due opzioni: o si inizia con la tradizione, cercando nell’albero genealogico delle famiglie o nella tradizione religiosa o si cerca qualcosa di più innovativo  che sia un nome straniero, un nome tradizionale in cui viene cambiata o invertita una lettera, un nome del tutto inventato.

Si può anche trarre ispirazione dalle proprie passioni e dai propri interessi. Magari chi ama la natura può preferire il nome di ispirazione marina, o il nome di un fiore. Chi ama il cinema può conferire al proprio bebè il nome del proprio attore preferito o del protagonista del libro più amato.

gpt native-middle-foglia-famiglia

I genitori del terzo Millennio stanno anche frequentemente giocando con l’alfabeto per creare nomi del tutto nuovi. Ad esempio il più semplice Gaia può essere trasformato in Gyaia. Attenzione, però, il rischio è che il bambino passi più tempo a correggere gli altri che sbagliano a pronunciare il suo nome.

Occhio anche all’accordanza con il cognome. E’ bene ricordare che quando sarà più grande vostro figlio si presenterà con nome e cognome e quindi riportante che il nome si  accordi bene con il cognome.

In genere con un cognome lungo si accorda meglio un nome breve e viceversa. Attenzione anche ai nomi e cognomi che, insieme, risultati cacofonici.

E’ importante anche pensare ai soprannomi. Ovvio che a scuola e in famiglia il bambino verrà chiamato con un soprannome. Se il nome è corto è facile che venga utilizzato sempre, senza storpiature. Ma se è più lungo pensate bene all’eventuale soprannome e verificate che vi piaccia, che sia gradevole.

Il nome perfetto non esiste

Sarebbe anche utile riflettere sui monogrammi. Se il bambino si chiama Vincenzo Conti e le sue iniziali sono VC forse è il caso di ripensarci.

Anche perché come si legge su Parents uno studio del Pomona College in California ha scoperto che le persone con iniziali più negative sono morte prima di quelle con iniziali positive.

Indubbio anche che sia importante scegliere un nome che non sia proprio tra i più diffusi in quell’anno. Quante Viola o Francesco si saranno in classe? Il rischio è che alla fine venga chiamato per cognome.

E una volta scelto il nome e accolto la piccola meraviglia che avete messo al mondo, non vi resterà che procedere con l'iscrizione all'Anagrafe del nuovo nato.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0