gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Bonus Nido 2017 di 1000 euro. Come funziona e chi può richiederlo

/pictures/2017/01/12/bonus-nido-2017-di-1000-euro-come-funziona-e-chi-puo-richiederlo-82639835[1954]x[813]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Bonus Nido 2017: il nuovo contributo a favore delle famiglie per sostenere il pagamento delle rette dell'asilo nido. Ecco come funziona, come farne richiesta e a chi spetta

Bonus Nido 2017

L'inps ha pubblicato la Circolare 88 che rende operativo il Bonus Nido 2017 di 1.000 euro. Le domande dovranno essere presentate dal prossimo 17 luglio e fino al 31 dicembre 2017. E' necessario attestare l'iscrizione al nido per poter beneficiare del contributo.

Bonus Nido, cos'è

Tra le novità della Legge di Stabilità firmata il 7 dicembre dal Senato c'è il bonus nido di 1.000 euro all'anno, erogato in 11 mensilità dall'INPS, per il pagamento delle rette dell'asilo nido. Questo nuovo aiuto si differenzia dal bonus baby sitter e asilo nido, misure che tra l'altro sono state riconfermate dalla nuova Manovra, perché spetta a tutte le famiglie che iscrivono il proprio figlio all'asilo nido pubblico o privato a prescindere dal reddito.

Vediamo in dettaglio come funziona questo aiuto, come richiederlo e quali sono i requisiti per fare domanda. Insieme al bonus mamme domani di 800 euro, il bonus bebè 2017, i voucher per l'asilo e la baby sitter, il bonus nido di 1000 euro entra a far parte dei contributi a favore delle famiglie introdotto dalle Legge di Stabilità 2017.

Bonus bebè 2017: da 80 a 160 euro

Requisiti per richiedere il bonus asilo nido

  • Non ci sono limiti di reddito per richiedere il buono asilo nido, non è previsto infatti un tetto ISEE per ottenere il contributo.
  • Questo beneficio non è cumulabile con la detrazione fiscale per le spese relative all'iscrizione all'asilo nido.
  • Non è inoltre cumulabile con i voucher asili nido e baby sitter, misura in vigore nel 2016 e confermata per il 2017.

A chi spetta?

  • Il bonus asilo nido di 1000 euro spetta ai bambini nati a partire dal 1 gennaio 2016
  • Deve essere iscritto all'asilo nido per tutto l'anno, altrimenti in caso di partecipazione parziale, spetterà solo in parte.
  • Il bonus spetta per 3 anni, quindi per un totale di 3000 euro e verrà erogato dall'INPS in 11 mensilità, di circa 90,9 euro al mese.
  • Il bonus nido 2017 spetta anche ai bambini con malattia cronica che necessitano di cure a domicilio e quindi impossibilitati
    a frequentare l'asilo. Dovrebbe trattarsi di voucher assistenza ai piccoli malati e da utilizzare per pagare un sostegno a domicilio. Maggiori informazioni in merito saranno disponibili quando verrà emanato il Decreto attuativo.

Come fare richiesta del bonus asilo nido

La domanda va presentata per via telematica sul sito dell'INPS dal prossimo 17 luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2017, con le seguenti modalità:

  • on line tramite i servizi telematici dell'Inps;
  • via telefono chiamando il Contact Center dell'istituto al numero verde 803.164 gratuito da rete fissa o il numero 06164.164 da rete mobile (con tariffazione a carico);
  • di persona rivolgendosi ad un patronato.

E' importante procurarsi i dati di accesso all'area riservata ai servizi per il cittadino. Per fare questo basta effettuare la registrazione sul sito dell'INPS, conservare la prima parte del PIN che verrà inviato sul numero di telefono associato all'account e attendere che venga spedita la seconda parte per via postale. Una volta effettuata la registrazione e inserito il codice PIN, la domanda potrà essere compilata.

Quando si può presentare la domanda?

Sulla base delle recenti notizie la richiesta per il il bonus nido 2017 potrà essere presentata dal 17 luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2017.

Tutti i dettagli e le informazioni per presentare la domanda sul sito dell'INPS
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0