gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Bonus bebè e Fondo di credito per i nuovi nati

Dal "Bonus bebé" al "Fondo di credito per i nuovi nati": tutto quello che devi sapere prima di presentare la domanda

Si è tanto parlato negli ultimi mesi di bonus bebè, tra le misure a sostegno delle famiglie su cui abbiamo ricevuto tante domande da parte delle nostre "pianetine".


LEGGI ANCHE: Bonus per i nuovi nati in Sicilia e Toscana


Un tempo era lo strumento con cui le Regioni fino al 2011, concedevano alle famiglie a basso reddito un bonus a fondo perduto di 1000 euro per il nuovo arrivo. Poi si è scoperto che i fondi erano stati erogati senza controllo e molte famiglie ne avevano usufruito senza avere i requisiti richiesti.

Così per non ripetere la stessa esperienza tutto sarebbe confluito nel "Fondo di credito per i nuovi nati", istituito per favorire l’accesso al credito delle famiglie con un nuovo figlio nato o adottato, attraverso il rilascio di garanzie alle banche e agli intermediari finanziari (Decreto legge n. 185/2008 – art. 4, comma 1 e 1bis).


LEGGI ANCHE: In arrivo la social card per le famiglie in difficoltà



Il Fondo fa si che venga concesso alle famiglie un prestito da restituire alla banca entro 5 anni con rate mensili fino a 5000 euro per ogni nascituro, senza limitazioni di reddito. Tale soglia, in particolare, varia da regione a regione, per cui occorre documentarsi su quella stabilita dal bando della regione di appartenenza.

Le banche e gli intermediari finanziari che aderiscono all'iniziativa si sono impegnati ad applicare ai finanziamenti garantiti dal Fondo un tasso annuo effettivo globale (TAEG) fisso, non superiore al 50% del tasso effettivo globale medio (TEGM) sui prestiti personali, in vigore al momento in cui il prestito è concesso.


LEGGI ANCHE: Il "Decreto del fare" e gli aiuti alle famiglie

bonus-bebe-fondo-credito-nuovi-nati_1


Resta comunque facoltà degli istituti di credito l'erogazione del prestito, in quanto la presenza della garanzia del Fondo, permette un tasso agevolato ma non esonera le famiglie dall'obbligo di restituzione alle scadenze pattuite.

La domanda di accesso al fondo nuovi nati va presentata alla banca entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di nascita o di adozione del bambino.

Ulteriori informazioni si trovano su questo sito
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0