gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Bonus bebè da 80 a 160 euro

/pictures/20160517/bonus-bebe-da-80-a-160-euro-2250770794[3830]x[1596]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Per far fronte al drammatico calo di natalità che interessa il nostro Paese, il ministro Lorenzin propone di raddoppiare il bonus bebè da 80 a 160 euro

Bonus bebè 160 euro

Il calo della natalità ha raggiunto un livello preccupante. Secondo gli ultimi dati Istat nel 2015 sarebbero nati per la prima volta meno di 500mila bambini. Circa il 20% sono figli di coppie immigrate. Per affrontare il crac demografico e dare una mano a chi fa figli il Ministero della Sanità ha pensato ad una nuova versione del bonus bebè.

Bonus bebè esteso fino ai 5 anni del bambino ?

Beatrice Lorenzin avrebbe proposto un assegno di 160 euro per le coppie che mettono al mondo un bambino. E se decidessero di dare un fratellino o una sorellina al primo figlio avranno una cifra superiore.

Il bonus bebè ora

Attualmente possono richiedere il bonus bebè i nuclei familiari che hanno un Isee inferiore a 25mila euro annui e quelli che lo hanno più basso di 7mila. I primi ricevono 80 euro al mese (960 all'anno), mentre i secondi 160 euro (1.920 all'anno). Dal secondo figlio in poi l'aiuto aumenta: 240 per i primi, 400 per i secondi.

L'indice dell'Isee è legato al reddito ma anche alle proprietà, ai debiti e al numero di componenti del nucleo familiare. Bisogna fare domanda all'Inps per essere ammessi al contributo e il bonus viene erogato anche per i figli in affido o adottati fino al terzo anno di età o di ingresso nel nucleo.

Nuove proposte per il bonus bebè

Inoltre il ministro Lorenzin e i suoi tecnici avrebbero pensato a un'altra proposta che sarà accolta con entusiasmo. Si tratterebbe di alzare la soglia massima Isee a 30mila euro all'anno, per ammettere più coppie al contributo, come leggiamo su Repubblica. L'anno scorso sono state 330mila a ricevere il bonus, di cui 245mila hanno avuto il contributo di 80 euro. E per chi ha un reddito al di sotto dei 7mila euro il sostegno potrebbe arrivare a 320 euro al mese per il primo figlio e 480 per il secondo. 

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0