gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Bonus baby sitter e asilo nido esteso a 600 euro

/pictures/20141030/bonus-baby-sitter-e-asilo-nido-esteso-a-600-euro-2589377467[5616]x[2338]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Novità in materia di bonus baby sitter e asilo nido: il ministro del lavoro Giuliano Poletti fa sapere che sarà esteso a 600 euro al mese e potranno usufruirne anche i dipendenti pubblici

BONUS BABY SITTER - Sempre in materia di maternità e lavoro arriva una notizia interessante sui bonus baby sitter o l'asilo nido. Il meccanismo era stato introdotto in via sperimentale nel 2012: 300 euro netti al mese sotto forma di voucher cartacei versati per 6 mesi alle madri che, una volta conlusa la maternità obbligatoria ed entro gli 11 mesi successivi, decidevano di rientrare in azienda.

Il beneficio veniva erogato in alternativa alla fruizione del congedo parentale, comportando di conseguenza la rinuncia dello stesso da parte della lavoratrice. Il bonus era stato pensato per incentivare il rientro in azienda delle mamme ed era concesso solo a dipendenti privati, lasciando fuori lavoratrici autonome o della pubblica amministrazione.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Ma come leggiamo sul Corriere, dei soldi stanziati, 20 milioni di euro nel 2013, ne sarebbero stati utilizzati solo 5, coinvolgendo 3 mila persone. Inoltre ci sarebbero stati diversi ricorsi a causa dell'eslusione dei dipendenti pubblici, che avrebbbero portato al congelamento di altri 20 milioni di euro e la sospensione del bonus per l'anno in corso.

Il ministro del lavoro Giuliano Poletti, rispondendo ad un quesito lanciato da Renate Gebhard, deputata del Südtiroler Volkspartei, avrebbe annunciato delle modifiche sul beneficio.

Bonus baby sitter e asilo nido: le informazioni

Cosa cambia?

  • Il nuovo voucher baby sitter o asilo nido riguarderà anche i dipendenti pubblici
  • Il beneficio sarà di 600 euro netti al mese per recuperare i fondi stanziati in passato e sospesi.
  • Si potrà presentare la domanda entro il 31 dicembre 2014, senza aspettare il click day
  • Al momento non ci sono limiti di reddito.

Poletti avrebbe affermato che l'Inps ammetterà il benificio alla lavoratrice rispettando l'ordine di presentazione della domanda e nei limiti delle disponibilità delle risorse. In seguito potrebbe essere individuato un valore massimo dell'Isee da non superare.

La proposta verrà concretizzata in un decreto che dovrebbe essere sottoposto nei prosssimi giorni alla firma.

Bonus Bebè da 80 euro: chi può averlo

Chi potrà usufruire del beneficio? 

Le neomamme lavoratrici che tornano a lavoro dopo il periodo di maternità obbligatoria. La norma di riferimento è l’articolo 4, comma 24, lettera b) della legge n. 92/2012

Per saperne di più: Inps

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0