gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Bambino isolato dal gruppo: come aiutarlo

/pictures/20150424/bambino-isolato-dal-gruppo-come-aiutarlo-1404557864[2566]x[1071]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Come comportarsi se il bambino viene escluso dai giochi ed isolato dal gruppo?

Il bambino è escluso dal gruppo

Può capitare che il bambino venga escluso dal gruppo. Una situazione che provoca indubbiamente sofferenza nel bambino e anche nei genitori che si domandano se sia giusto intervenire in qualche modo.

Ad esempio, come comportarci quando nostro figlio non viene invitato alla festa di un compagno di classe? Può capitare anche se alcune scuole ormai pongono come regola quella di invitare tutti i bambini. Ma nella vita in futuro le cose andranno diversamente e sicuramente capiterà di non essere invitati a tutte le feste o di essere esclusi dai gruppi.

In che modo possiamo aiutare i bambini ad affrontare queste situazioni, soprattutto per essere in grado di affrontarle nel modo migliore in futuro?

Claudia M. Gold, pediatra e autrice di numerosi saggi che offrono consigli ai genitori su come aiutare i bambini con difficoltà e problemi di comportamento, spiega che anche se l’istinto primario del genitore sarebbe quello di attivarsi per sistemare le cose in realtà questo è controproducente.

Anche se i genitori sentono il bisogno di fare qualcosa è molto meglio essere presenti, capire la loro sofferenza, convalidare i loro sentimenti. Il messaggio migliore che si può trasmettere è che per i figli i genitori ci sono sempre e sono presenti

spiega la pediatra.

Offrire al bambino l’opportunità di risolvere la questione con le sue forze significa dargli la possibilità di trovare strumenti utili che gli serviranno da grande quando dovrà affrontare esclusioni sociali e personali.

Bullismo, cosa fare se capita a tuo figlio

Ma come agire concretamente per aiutare un bambino che è stato escluso?

Se il bambino è ancora piccolo, 6 o 7 anni, si può provare con la distrazione -  magari una coccola extra, un film insieme, un gioco con il genitore – per alleviare il dolore almeno temporaneamente.

Se l’esclusione perdura a lungo e si ripete in più occasioni sarebbe più opportuno cercare attività extrascolastiche dove lui possa trovare nuovi amici, possa eccellere, coltivare il proprio talento, costruire una nuova fiducia in se stesso.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0