gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Nati il 29 febbraio, quando festeggiano il compleanno?

/pictures/20160225/i-bambini-nati-il-29-febbraio-quando-festeggiano-il-compleanno-674883982[1676]x[697]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Cosa significa per i bambini nati il 29 febbraio festeggiare il compleanno una volta ogni quattro anni?

Bambini nati il 29 febbraio

Il 2016 è un anno bisestile. Una circostanza ammantata di superstizione: il famoso detto “anno bisesto, anno funesto” rischia di pesare sulle spalle dei bambini nati il 29 febbraio? Nascere il 29 febbraio significa festeggiare il compleanno una volta ogni quattro anni, anche se alla fine i genitori decidono di spostare il festeggiamento il giorno dopo, 1 marzo, o quello precedente, il 28 febbraio.

Nascere il 29 febbraio

Viene da chiedersi: ma come vivono i bambini questa circostanza?

Qualcuno può essere disturbato e a disagio al pensiero di essere nato nel giorno dell'anno bisestile, quello che nei Paesi anglosassoni chiamano “leap day” (anno del salto) e che resta sempre circondato da un alone di sfortuna e magia. Qualcun altro può avere qualche problema quando deve compilare moduli i cui dati poi andranno inseriti in computer che non riconoscono la data di nascita, ma nel mondo ci sono anche tanti bisesti contenti di avere una peculiarità così unica.

In molti Paesi sono attivi dei veri e propri club di bisestili come quello spagnolo fondato da José Manuel Ubarrechena che ha anche scritto una canzone dedicata ai nati il 29 febbraio ed è orgoglioso della sua condizione: “vorrei essere bisestile tutta la vita perché quando avrò compiuto cent’anni sarò comunque un bambino". Il club spagnolo conta più di duemila soci.

Club simili esistono anche negli Stati Uniti, dove addirittura nella città di Anthony, in Texas, ogni 4 anni si tiene un Leap Festival che chiama a raccolta migliaia di bisestili.

Come festeggiare il compleanno dei bambini

Qualcuno, certo,  può invece sentirsi spaesato e non riuscire a reggere il peso di questa eccessiva originalità. Il poeta brasiliano Pedro Nava trasse ispirazione proprio da questa angoscia esistenziale per scrivere il suo Poema bissexto e per raccontare l'attesa di un non-compleanno.

Il compleanno per i nati il 29 febbraio

Non ci sono numeri precisi che ci dicano quanti bambini siano nati il 29 febbraio, ma statisticamente la probabilità di nascere proprio quel giorno è la stessa di qualsiasi altro giorno. Si calcola che la probabilità di nascere il 29 febbraio sia di uno a 1,461, spiega al Daily Mail Peter Brower, nato il 29 febbraio, che spiega anche che nel mondo circa 5 milioni di persone festeggiano il compleanno ogni 4 anni.

E se credete che molte donne che devono programmare la nascita del loro bambino evitino questa data sbagliate di grosso. In molti ospedali americani, infatti, proprio il 29 febbraio si assiste ad un'impennata di cesarei programmati proprio perché le mamme preferiscono dare alla luce il loro bambino in un giorno davvero speciale.

Le origini dell'anno bisestile

Un anno solare è lungo non 365 giorni precisi, come dice il calendario, ma 365.242 giorni. Per compensare questa imprecisione ogni quattro anni viene aggiunto un giorno in più ai calendari. Ad introdurre per la prima volta l'anno bisestile fu Giulio Cesare, ma poi la cosa venne ufficializzata da Papa Gregorio XIII, che tolse addirittura 10 giorni all'anno 1582 per cui dal 5 ottobre si saltò improvvisamente al 15 ottobre.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0