Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

I documenti per portare i bambini all'estero

Se siete in procinto di partire verso mete lontane con i vostri figli date un’occhiata a quanto segue per avere un’idea dei documenti necessari da portare con sé

bambino_pc.jpgSe siete in procinto di partire verso mete lontane date un’occhiata a quanto segue per avere un’idea dei documenti necessari da portare con sé. A seconda della meta scelta potete munirvi di Carta Bianca, ossia di un certificato su cui viene riportata la foto del piccolo e il suo stato civile. La foto dovrà essere autenticata per l’espatrio.

Questa Carta è valida per l’Europa (Danimarca, Finlandia, Svezia , Croazia,  Liechtenstein, Malta, Slovenia, Svizzera, Tunisia e Turchia escluse). Per la Tunisia e la Turchia è valida soltanto per i viaggi organizzati. Questo documento viene concesso fino ai quindici anni, deve essere vidimato dalla Questura ed è rilasciato dal comune di appartenenza. Per chiedere questa carta procurarsi la domanda che dovrà essere firmata da entrambi i genitori, lo stato di famiglia, lo stato di cittadinanza ed una foto del bambino (in formato tessera).
La validità del documento è di cinque anni e la spesa necessaria per averlo si aggira attorno ai cinquanta centesimi di euro.

Potete far registrare il piccolo sul passaporto di un genitore. Anche in questo caso la domanda viene fatta al comune di residenza, ma il documento viene rilasciato dalla Questura. Questa iscrizione del figlio minorenne è valida fino al compimento dei sedici anni di età. Se il bambino non ha ancora compiuto i dieci anni non è necessario presentare la foto tessera, basta solo lo stato di famiglia e la cittadinanza in bollo. Invece tra i dieci e i sedici anni dovete procurarvi due foto di cui una deve essere autenticata in bollo.
In questo caso il costo può aggirarsi attorno ai quindici euro (a seconda del luogo anche meno). Per il passaporto valido l’iscrizione ha valenza cinque anni. Per evitare problemi è consigliato iscrivere il bambino sul passaporto di entrambi i genitori.

Potete poi fare richiesta di un passaporto individuale. Questo viene rilasciato a qualsiasi età anche se per i minori di dieci anni e sarà la Questura a deciderne il rilascio. Dopo i dieci anni la domanda viene fatta presentando lo stato di famiglia, la cittadinanza in bollo, l’assenso dei genitori e due foto del piccolo con l’autenticazione in bollo di una delle due.

Tenete presente che per avere il passaporto passerà molto tempo (soprattutto in estate) quindi muovetevi d’anticipo, o valutate se potete procurarvi soltanto la Carta Bianca.

Per quanto riguarda i visti, questi sono richiesti quando il piccolo viaggia con un proprio passaporto (li rilasciano le ambasciate o i consolati dei vari paesi per i quali vi occorrono).

Un consiglio utile: domandate sempre, quando intraprendete un viaggio organizzato, se nel posto dove andrete richiedono particolari documenti. Così avrete tutto il tempo per procurarveli senza fare inutili corse all'ultimo minuto.

Akira