gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Video: Niccolò Fabi canta e parla della morte della figlia

Niccolò Fabi, cantante romano che lo scorso anno ha perso la figlia Olivia per una meningite fulminante, ha cantato e parlato di lei e delle iniziative solidali legate al concerto Parole di Lulù

Durante la puntata di 'Parla con me' del 24 febbraio 2011, il cantante Niccolò Fabi ha emozionato il pubblico cantanto la bellissima 'Solo un uomo' (della quale vi riportiamo il testo più in basso) e raccontando a Serena Dandini, con ferma dignità e un sorriso che ti apre il cuore, della morte della figlioletta Olivia, avvenuta lo scorso luglio a causa di una meningite fulminante, quando la piccina aveva appena 2 anni.

Ha parlato anche del bellissimo progetto musicale-umanitario che da questa terribile perdita è venuto fuori. Un concerto (e poi un dvd) intitolato Parole di Lulù, al quale presero parte il 30 agosto a Mazzano Romano, tantissimi artisti amici di Niccolò.
Grazie al ricavato (offerta libera) di quel concerto e ai proventi del dvd, e grazie all'operato di Medici con l'Africa Cuamm, si è costruito un ospedale pediatrico in Angola, in una zona dove non c'era nulla.

Nell'intervista che ha rilasciato alla Dandini, Niccolò appare radioso e propositivo anche nel parlare di un dolore così enorme che non riesco ad immaginare.

Vi lasciamo il video della puntata perchè ne vale davvero la pena
 


A questo link è possibile vedere l'intera puntata

Solo un uomo

E' solo un uomo quello di cui parlo
del suo interno come del suo intorno
di quando scivola su stesso
di quando scrive come adesso
sulle sue guance ha il vento fresco
della vetta della conquista
sotto le unghie ha la terra quando striscia

le sue serate le sue ferite
le donne amate e poi dimenticate
dell'ambizione della speranza
le ragnatele della sua stanza
di quando ha paura di morire
e un orgasmo la fa tremare
di quando la vita non è così come appare

e' solo un uomo quello di cui parlo
quando inciampa nella sua ombra
quando cammina sull'acqua e non affonda
e' solo un uomo quello di cui canto
di quando sbaglia e non si perdona
il furore e il disincanto di quell'universo
a forma di persona

parlo di quando spara a suo fratello
e s'inginocchia a un portafoglio
quando osserva l'infinito
attraverso il suo ombelic
quando sventola una bandiera
o ci si nasconde dietro per paura
una menzogna è più cattiva
nascosta dentro una preghiera

e' solo un uomo quello di cui parlo
di una doccia dopo un tradimento
del sorriso che ritorna dopo che ha pianto
è solo un uomo quello di cui scrivo
la notte prima di un lungo viaggio
quando non sa se poi partire e solo partire
o è anche scapare

è solo un uomo quello che mi commuove
che vorrei uccidere e salvare amare e abbandonare
è solo un uomo ma lo voglio raccontare
perché la gioia come il dolore si deve conservare
si deve trasformare
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0