gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Uomini a casa con i figli: più spazio a gioco e avventura

Uno studio mostra che negli Stati Uniti sono in aumento i padri che scelgono di restare a casa con i figli. Con un'impostazione più giocosa e avventurosa

In aumento negli Stati Uniti e in Gran Bretagna il numero di padri che scelgono di restare a casa con i bambini, sfruttando le possibilità offerte dai vari tipi di congedo parentale, mentre la mamma torna a lavoro.

E uno studio pubblicato sul Journal of Consumer Research mostra che questi nuovi padri-domestici (LEGGI) danno all'educazione e ai modelli di crescita dei loro bambini un'impostazione del tutto nuova, diversa da quella tipicamente femminile.


Uomini a casa e donne al lavoro: che ne pensi? RISPONDI SUL FORUM



Insomma, come si legge sul Wall Street Journal l'anno scorso sono stati 189mila i padri che hanno deciso di restare  a casa a crescere i figli e questi nuovi padri non sembrano avere alcuna paura delle mamme che aspirano ad essere perfette (LEGGI).
Perchè danno al loro metodo educativo un'impostazione del tutto originale e innovativa: facendo preferire ai bambini non tanto la routine quotidiana quanto l'avventura, la novità, il gioco e il movimento.


Padri casalinghi: ce n'è uno nella tua famiglia? PARTECIPA AL SONDAGGIO


Gokcen Coskuner-Balli, che ha coordinato questa indagine, se nei luoghi di lavoro si è assistito a una femminilizzazione dell'ambiente con l'aumento della capacità di ascolto e l'empatia, in casa si assiste al fenomeno inverso: la routine domestica, soprattutto se gestita dai padri, si va sempre più mascolinizzando (LEGGI).

I nuovi padri, quindi, non cercano di emulare la madre nello stile educativo e nelle abitudini quotidiane, ma anzi danno un'impronta più "maschile" all'educazione: gioco, attività all'aperto, tecnologia e avventura.
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0