Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-famiglia
1 5

La depressione post parto colpisce anche i padri

Lavoro precario, problemi emotivi e finanziari possono aumentare il rischio che il neopapà soffra di depressione

adsense-foglia-300
La depressione post parto (LEGGI) non colpisce soltanto una percentuale delle neomamme, ma anche i neopapà.
E' un fenomeno sul quale psicologi ed esperti si stanno concentrandosi sempre di più negli ultimi anni e per fotografare la situazione può essere interessante leggere i risultati di un'indagine condotta da Michael Weitzman, docente di Pediatria e Medicina Ambientale presso la New York University School of Medicine.


LEGGI ANCHE: Cos'è la maternity blues


Lo studio ha esaminato i dati relativi a 22mila bambini tra i 5 e i 17 anni e i loro genitori e ha scoperto che il 15% dei bambini il cui padre ha sofferto di depressione post parto hanno a loro volta difficoltà comportamentali ed emotive, se la depressione ha colpito la mamma la percentuale sale al 20% e al 25% se a soffrire di questo problema sono stati entrambi i genitori.

I padri, insomma, non sono esenti da rischi e non necessariamente riescono a vivere l'esperienza della paternità con serenità ed equilibrio.
Quelli più a rischio sono quelli che hanno problemi di lavoro o hanno un lavoro precario: per loro, rispetto al resto della popolazione, il rischio di soffrire di depressione è superiore di sei volte e mezzo. E ancora: convivere con una donna che soffre di depressione aumenta di sei volte il rischio per il partner e se il bambino ha biosgno di assistenza sanitaria di 1,4 volte.


LEGGI ANCHE: Depressione post partum, conoscerla per combatterla


Michael Weitzman sottolinea che in tempi di grave crisi economica e sociale (LEGGI) sarebbe importante studiare campagne di prevenzione mirate anche ai neopadri e proporre screening per la depressione. A giovarne non sarebbero solo i neopadri, ma anche i loro figli che non vedrebbero aumentare i rischi di soffrire di disturbi emotivi nel corso della vita a causa di un pesante bagaglio familiare.