gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Ecco perchè gli uomini non si svegliano se il bimbo piange

/pictures/20151217/ecco-perche-gli-uomini-non-si-svegliano-se-il-bimbo-piange-2346181531[1635]x[682]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Perché gli uomini non si svegliano col pianto del bambino? Pare che la spiegazione sia scientifica

Perché gli uomini non si svegliano col pianto del bambino

E' uno studio scientifico ad asserire quanto segue quindi d'ora in avanti, e cerca di spiegare perché gli uomini non si svegliano col pianto del bambino. Quando ve la prenderete coi vostri compagni che ronfano beatamente mentre vostro figlio si sgola dal gran piangere, sapete che non è colpa loro... in pratica.. ci mancava anche questo di alibi... sicuramente i ricercatori saranno uomini!

Pare che, di fronte a situazioni di pericolo, gli uomini presterebbero più attenzione agli aspetti sensoriali e tenderebbero a elaborarli sotto forma di azione conseguente; mentre le donne si concentrerebbero di più sulle sensazioni suscitate.
In pratica se succede qualcosa l'uomo reagisce e si muove subito per trovare una soluzione, la donna ci rimugina su...
di fronte a situazioni pericolose gli uomini sono quindi più reattivi delle donne!

La tecnica per far smettere di piangere il bebè

E forse potrebbe essere questa la ragione per la quale gli uomini tendono a essere svegliati più facilmente dagli antifurto di un auto, dall’ululato del vento e dall’attacco ronzante di una zanzara piuttosto che dal pianto a squarciagola di un neonato, anche se posto accanto al loro letto.

Infatti, secondo l’istituto inglese MindLab, durante il sonno i maschi sarebbero realmente impermeabili alle urla di un infante. Il pianto di un neonato, quello che sveglia subito una donna, non entra neppure nella top ten dei rumori che disturbano il sonno degli uomin. Ma sarà vero?

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0