NAVIGA IL SITO

Come essere buoni papà di figlie femmine

I consigli per allevare una figlia femmina con amore e impegno

Bambini coi papà

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: Bambini coi papà

    papà13
    Francesca Capriati 7 marzo 2013
    Numerosi studi hanno ormai confermato l’importanza del ruolo e dell’amore del papà nella crescita dei figli. La presenza affettuosa e autorevole del papà favorisce un armonico sviluppo psicofisico dei bambini e tiene salda la famiglia. Ma se i papà devono crescere figlie femmine (LEGGI) il compito è ancora più importante, perché per le bambine il papà è un vero e proprio eroe.
    Il primo uomo della loro vita. Il più amato.
    Marcus Williams e Joanna Schroeder hanno unito le forze per scrivere un libro che elenca una serie di importanti regole per i papà delle figlie femmine.


    LEGGI ANCHE: I papà più strani del mondo, 10 storie al limite


    Diteci cosa ne pensate e se siete d’accordo.

    1)    Ripeterle che è bella, ma anche tante altre cose: le donne, si sa, amano i complimenti e sentirsi dire che sono belle, ma il papà dovrebbe complimentarsi anche per la sua intelligenza, la sua tenacia, la sua forza. In questo modo le insegnerò che non sempre l’aspetto fisico è la cosa più importante di cui andar fieri.
    2)    Insegnarle a fare anche lavori da uomini. Se ormai le mamme di figli maschi delle nuove generazioni si pongono il problema di allevare futuri uomini che siano in grado di saper fare una lavatrice o rifare un letto; i papà dovrebbero fare altrettanto con le femmine e insegnar loro a cambiare una lampadina, ma anche liberarsi di un insetto senza dover gridare aiuto o saper fare una minima manutenzione all’auto.
    3)    Lasciarla giocare nel fango: non solo bambole, le bambine andrebbero invitate a fare giochi attivi e liberatori, come rotolarsi nel fango.
    4)    Ricordare che ciò le dite avrà un impatto lungo e duraturo: la bambina si formerà un’idea di cosa è una donna non solo osservando la mamma, ma anche ascoltando cosa il papà pensa delle donne e come egli tratta sua madre
    5)    Insegnarle i nomi corretti in fatto di organi genitali (LEGGI): dalla farfallina alla vagina, insomma
    6)    Godere della sua immaginazione: se lei vuole giocare a mamma micia e voi dovrete essere il gattino, fatelo. E divertitevi.

    FAI IL TEST: CHE PAPA' E' IL TUO COMPAGNO?


    7)    Mostrare le vostre emozioni. Soprattutto quelle negative, come dolore o tristezza, le emozioni fanno parte della vita. Meglio non trasmettere l’idea che l’uomo non deve piangere mai!
    8)    Insegnarle l’onestà e l’integrità nei rapporti, che non vuol dire cieca devozione, ma vivere una vita che sia coerente con i valori che ci stanno a cuore
    9)    Leggerei suoi libri, pieni di giovani eroine e draghi feroci. Ma anche inventare storie per lei
    10)   Insegnarle che solo lei ha potere sulla propria sessualità e il proprio corpo. Il corpo appartiene a lei e non va usato nel tentativo di conquistare amore o approvazione, né per manipolare gli altri. Insegnarle ad essere fedele prima di tutto a se stessa e rispettarsi.



    11)    Parlarle della sessualità maschile senza generalizzare con la solita frase che “alla fine i maschi vogliono solo sesso”
    12)    Condividere la musica e altri interessi. Può essere bello scoprire i nuovi gruppi musicali senza giudicarli male a prescindere e magari proporre qualche album evergreen della propria generazione.  Ma sarebbe bello condividere in generale tutte le cose che amano l’una e l’altro
    13)    Accompagnarla al centro estetico. Non per farle da autista, ma per godersi del tempo con la propria figlia, anche se si tratta di quello dedicato al pedicure
    14)    Mettere in piedi una piccola messinscena solo per lei, con un gusto un po’ teatrale e tante risate
    15)    Portarla alla mostra del proprio artista preferito o a vedere i surfisti che scivolano sulle onde. Magari resisterà solo dieci minuti e poi…andate  a mangiarvi un gelato
    16)    Lasciarle scegliere il colore con cui vuole dipingere la sua stanza. Il suo ambiente è sacro (LEGGI) e solo lei ha potere di scelta su ogni cosa


    LEGGI ANCHE: ARRIVANO I SUPER PAPA' E LE MAMME VANNO IN CRISI


    17)    Non schiacciare le sue aspirazioni solo perché apparentemente sono sogni “da maschio”. Magari crescendo non sognerà più di diventare un portiere di calcio, ma nel frattempo è bello sognare e credere che non sia indispensabile essere nati maschi per poter diventare ciò che si desidera
    18)    Non giudicare i suoi gusti in fatto di look, ma cerca di essere pragmatico e divertirti con lei quando opta per abbinamenti davvero assurdi. Alla fine si accorgerà lei stessa dell’errore (orrore)
    19)    Almeno una volta al giorno guardarla negli occhi e avere una conversazione diretta e intensa (LEGGI)
    20)    Insegnarle il sacro valore del NO. Che No significa No, sia per lei che per gli altri e che non deve avere paura o imbarazzo a proteggere i suoi confini fisici


    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    1
    Commenti

    perplesso martedì, 10 luglio 2012

    quando il padre vale zero

    concordo sul fatto che un uomo che abbandona il figlio,o la figlia,non sia degno di tale nome. ma se il padre vuole assumersi le proprie rsponsabilita? conta meno di zero. in 120 giorni, ho vista mia figlia 54 ore (ora più, ora meno...) senza nessuna motivazione dalla madre, che non risponde al telefono, non ho alcuna notizia, e non so nemmeno dove sia,sono 8 mesi che siamo tramite avvocati, c'è stato pure un incontro a 4 tra me la madre della bimba e i rispettivi avvocati, dove si era stabilito orari,e modalità di visite. cosa è successo? niente, anzi peggio sono più di un mese che non ho alcun tipo di notizie,e finchè non si andrà in tribunale, non posso nemmeno fare una segnalazione, perchè gli stessi carabinieri,mi hanno detto che non conta nulla.conto meno di zero,mi ha accusato di qualsiasi, cosa, dal non pulirla, fino alle molestie sessuali, con tutto quello che c'è in mezzo, compreso l'alcool (tra l'altro sono astemio...) e tutti i vari tipi di droghe et simili.però di ste cose non si parla mai, della sofferenza che patisce un padre, che non vede la figlia per mesi, valgo solo per il mantenimento, che tra l'altro prima di rivolgermi ad un avvocato era molto cospiquo.....dimenti cavo la bimba l'ho riconosciuta,e in sala travaglio ero presente...e lei si è dichiarata ragazza madre.....

    n° 1
    Chiudi
    Aggiungi un commento a Come essere buoni papà di figlie femmine...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori