gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Come iniziare la settimana con la giusta dose di energia per arrivare sana e salva a domenica

/pictures/20160317/come-iniziare-la-settimana-con-la-giusta-dose-di-energia-per-arrivare-sana-e-salva-a-domenica-1491941144[979]x[409]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

Lunedì - Stato : "Partenza alla grande". Il lunedì è dura per tutti e la strategia per sopravvivere e arrivare sana e salva a domenica è centellinare le forze

Lunedì - Stato : "Partenza alla grande"

Le mamme del lunedì si dividono essenzialmente in due macro-categorie. Quella che ha passato la domenica pomeriggio a fare le pulizie e stirare lavatrici, e nel corso di questo entusiasmante programma è riuscita anche a portarsi avanti predisponendo cambi e merendine per tutta la settimana, preparando cene da congelare e magari facendosi pure una doccia. E quella che ha trascorso la giornata fuori porta, per un’allegra gita familiare. La riconosci da come arriva trafelata nel portare i bambini all’asilo, nonché dal fatto che i suddetti hanno le scarpe da ginnastica sporche di fango e di conseguenza i pantaloni di lei sono in fantasia camouflage verde e marrone. Scende dall’auto imprecando perché ha dimenticato la merenda e i nuovi cambi per il piccolo che ha passato la taglia, ma per lo meno ha un bel colorito a differenza della collega di cui sopra che sfoggia occhiaie effetto panda e sembra uscita da una puntata di Dead Man Walking. 

Proprio così, il lunedì è dura per tutti. Ma la mamma A e la mamma B condividono una sola certezza: la strategia per sopravvivere è centellinare le forze. Mancano 7 giorni alla prossima domenica: risparmio energetico è la chiave, perché la mamma-del-lunedì ha perfettamente chiaro in testa tutto ciò che dovrà fronteggiare durante la settimana. E non s’intende “solo” conciliare lavoro e famiglia, ma destreggiarsi tra mille imprevisti che dovrebbero costituire a pieno titolo le leggi di Murphy delle mamme.

Martedì: Come organizzarsi tra le attività extra scolastiche del bambino e il lavoro

A titolo esemplificativo e non esaustivo:

Il giorno del nuoto è cambiato ed è OGGI. Ti è stato comunicato con un foglietto che potrebbe essere ovunque, ma probabilmente usato come aeroplanino durante il tragitto in auto da scuola a casa. Cosa vuole fare, signora, fa una corsa a casa a prendere la borsa? Oppure il bambino può stare a bordo piscina a guardare gli altri.

La video call di lavoro più importante della settimana è stata spostata esattamente mezz’ora dopo la chiusura del nido.

Alle 21 di sera: mamma, ti ricordi che per domani bisognava portare a scuola… (riempire a piacimento: torta fatta in casa raffigurante il castello di ghiaccio di Frozen, servizio di asciugamani con ricamato il nome del bambino a punto croce, codice miniato che racconta la storia della vostra famiglia dal 1800 a oggi, etc.)

E infine, il grande classico soprattutto di questo periodo dell’anno, la chiamata dal numero a cui qualsiasi mamma ha associato la suoneria di Psyco (se siete mamme l’avete già capito: è il numero dell’asilo). E per una frazione di secondo ci speri, che sia perché hai dimenticato un qualche foglio da firmare, ma la realtà è solo una e si abbatterà su di te il giorno in cui sarai alle prese con un’emergenza di lavoro, una crisi familiare o sarai imbottigliata nel traffico a decine di chilometri da casa: “Suo figlio ha la febbre, deve venirlo a prendere.”

Superfluo dire che in tutto il globe terraqueo la mamma è l’unico essere umano a poterlo fare: padre irreperibile, nonni in vacanza, amiche senza delega e zii inghiottiti da una qualche piega spazio temporale. Il punto è che la mamma del lunedì lo sa. È esattamente per questo che la vedrete, in barba alle montagne di cose da fare, prendere cappuccino e brioches al bar a metà mattina. Non si sta divertendo. Sta carburando. 

Ecco quindi le regole d’oro della mamma al lunedì: 

  1. Colazione al bar o, in alternativa, un pranzo degno di questo nome, leggi: mangiare cibo caldo da seduta.
  2. É solo lunedì, non pretendere troppo da te stessa. Per una volta cenare con gli avanzi del giorno prima non li ucciderà. E chissà, magari la “cena degli avanzi” diventerà una simpatica tradizione del lunedì sera: i bambini trovano il divertimento in ogni cosa, e per te non cambia nulla dato che ti nutri solo dei loro scarti da diversi anni a questa parte.
  3. Per far sì che il lunedì non diventi il giorno in cui bisogna ricominciare a incastrare 8 ore di lavoro nella montagna di altre cose da fare, nulla ti alleggerisce quanto scambiare qualche messaggio su Whatssapp con un’amica. (Anche perché nel resto della settimana non avrai tempo).
  4. Fai un favore alla mamma-del-martedì preparando i vestiti e gli zaini la sera prima, e chiudi la giornata delegando con nonchalance uno dei compiti ingrati della settimana a qualcun altro. “Tesoro, in settimana c’è da portare e poi ritirare i piumoni in tintoria. Lo fai tu che sei di mano, intesi?”: altra cosa che diventerà una simpatica tradizione del lunedì, anche se lui ancora non lo sa :-)
gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0